Disastro

Disastro nelle Marche, alluvione provoca sette morti e tre dispersi: acqua strappa bimbo dalle braccia della madre

In tre ore sono caduti 400 millimetri di pioggia: città in ginocchio, migliaia di persone senza corrente elettrica

Ancona. E’ salito a sette il tragico bilancio delle vittime dell’ondata di maltempo che ha colpito in particolare le Marche tra le serata di ieri e la scorsa notte: l’ultima vittima è un uomo recuperato oramai senza vita nella sua auto travolta dall’acqua di un fiume esondato.

Sono invece tre i dispersi al momento accertati, di cui uno sarebbe un bambino del comune di Barbara, strappato dalla forza dell’acqua dalle braccia della madre che era riuscita a uscire dalla macchina sorpresa dall’esondazione di un torrente. I vigili del fuoco l’hanno soccorsa nella notte, ma al momento non si hanno notizie del bimbo.

In alcune strutture sanitarie i soccorritori sono dovuti giungere con il gommone, recuperando diversi anziani, mentre nel centro di Senigallia si stanno segnalando blackout, come riporta SenigalliaNotizie. Secondo quanto riportato dalla protezione civile marchigiana, nella provincia di Ancona, dove sette persone sono morte a causa del maltempo, si sono abbattuti “400 millimetri di pioggia in due, tre ore”.

Lo ha detto il responsabile delle emergenze del Dipartimento della Protezione Civile Luigi D’Angelo, che sta seguendo dalla sala operativa l’evolversi della situazione. “È stato un evento estremamente intenso – ha sottolineato -, tutte le forze sono in campo e al lavoro”. Probabilmente, ha aggiunto, “il caldo di questi giorni, scontrandosi con con una cella di aria fredda, ha determinato dei fenomeni così violenti”. Fenomeni a cui purtroppo, noi liguri, siamo abituati.

Esprimo a nome mio e di tutta la Liguria profondo cordoglio e vicinanza al presidente della Regione Marche per la tragedia che ha colpito la comunità. Siamo vicini a tutta la popolazione marchigiana e ai familiari delle vittime di questa terribile ondata di maltempo, che ha provocato anche ingenti danni. Seguiamo con attenzione l’evolversi della situazione e siamo a disposizione per aiutare quel territorio anche con il supporto della nostra Protezione Civile”. Così il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti in merito alla bomba d’acqua che ha colpito le Marche, in particolare nella zona dell’anconetano.

Nel video il sorvolo di un elicottero della Guardia di Finanza sui luoghi dell’alluvione.

Più informazioni
leggi anche
Alluvione marche
Vicinanza
Alluvione Marche, ANSO al fianco della Croce Rossa di Senigallia

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.