Momento toccante di sport ma soprattutto di vita quello che ha visto protagonista Alessia Traversa. La giovanissima calciatrice della Cairese ha infatti lanciato un messaggio forte contro la violenza sulle donne in occasione del torneo “La passione di Yara”, manifestazione organizzata a Bergamo in ricordo di Yara Gambirasio, la ragazzina scomparsa nel 2010 e trovata morta all’inizio del 2011 a Brembate di Sopra.

Alessia Traversa, l’unica giocatrice del torneo, è scesa in campo in tutte le partite del torneo con il simbolo della lotta contro la violenza sulle donne, il segno rosso sotto l’occhio. “Mi sembrava giusto fare questo gesto”, ha affermato la giovane classe 2012 di Carcare davanti al nutrito pubblico riunitosi per assistere alla premiazione.

“Un gesto importante per una battaglia che merita ogni giorno di essere combattuta. Un momento toccante”, commenta la società Cairese.

 

Più informazioni

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.