Intervenire

Borghetto, mozione della minoranza: “Mettere in sicurezza corso Raffaello, ne va dell’incolumità delle persone”

"Servono apposite delimitazioni e cartellonistiche". Sindaco: "Stupito della mozione firmata da soli due consiglieri su quattro"

Borghetto alberi

Borghetto Santo Spirito. Più sicurezza per corso Raffaello. E’ la richiesta che arriva dai consiglieri di minoranza di “Borghetto Domani” Giorgia Rocco e Gianfranco Sarpero, che hanno deciso di presentare una mozione sul tema.

“Durante la seduta del consiglio comunale del 27 luglio scorso – ricordano i consiglieri – abbiamo discusso l’interrogazione presentata dal nostro gruppo di minoranza relativa alla sicurezza di corso Raffaello. Il sindaco e la sua maggioranza in quell’occasione avevano comunicato che al termine della stagione estiva, in attesa dei fondi regionali per intervenire su tutta la strada, il Comune avrebbe iniziato a sistemare la parte meno ammalorata. In quell’occasione noi consiglieri di minoranza ci eravamo dichiarati insoddisfatti”.

“Per questo motivo abbiamo deciso di presentare una mozione che verrà discussa al prossimo consiglio comunale con l’intento di sollecitare l’amministrazione a mettere in sicurezza immediatamente corso Raffaello con apposite delimitazioni e cartellonistiche, come d’altronde impone la legge, sia per l’incolumità della gente sia per evitare di incorrere in azioni civili e penali in attesa che inizino i lavori di ripristino”.

Il sindaco Giancarlo Canepa commenta: “Sinceramente sono rimasto stupito di aver ricevuto una mozione, firmata da soli due consiglieri su quattro del gruppo Borghetto Domani, riguardante la stessa tematica già discussa solo qualche settimana fa in consiglio comunale – esprime -. In allora sia io che, molto esaurientemente, il vice sindaco Luca Angelucci avevamo spiegato bene quale fosse la situazione e quali fossero gli interventi che avremmo fatto appena possibile sia nel caso che fosse arrivato nel breve il finanziamento regionale per la realizzazione della pista ciclopedonale che nel caso in cui il finanziamento non arrivasse”.

“Avevamo anche, dati alla mano, fatto presente che, purtroppo, corso Raffaello non era l’unica zona che presentava pericoli legati all’ammaloramento del manto stradale – prosegue -. In via Ponti la situazione era, per certi versi, ancora peggiore come dimostrato dal numero di sinistri documentato. Per questo motivo avevamo iniziato gli interventi di sistemazione proprio dalla zona di via Ponti”.

“In questi giorni stiamo lavorando ad una variazione di bilancio per reperire i fondi necessari ai primi decisivi interventi volti a diminuire sensibilmente i pericoli causati dalle radici dei pini, infatti riteniamo assolutamente insufficiente e poco corretto limitarsi ad apporre, come consigliato da alcuni, una semplice cartellonistica monitoria che forse servirebbe solo a limitare responsabilità ma non risolverebbe nessun problema né ai pedoni né ai veicoli in transito soprattutto alla luce del fatto che la situazione è cosi da molti anni. In ogni caso riteniamo, fondi permettendo, di poter fare i primi e importanti interventi entro la fine dell’anno” conclude il primo cittadino di Borghetto.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.