Proposta bomba

Bacigalupo, il Savona rilancia: “Disposti a comprare lo stadio insieme a Simone Marinelli”

Marinelli conferma l'esistenza di un accordo: "Ma è un'operazione imprenditoriale, resto ad Albenga". Operazione teoricamente fattibile, ma non è detto che al Comune possa interessare

Generico settembre 2022

Savona. Anche il secondo bando per la concessione dello stadio “Valerio Bacigalupo” è andato deserto. Il Comune di Savona ha fatto sapere che non è intenzionato a intavolare una trattativa privata, ovvero la via attraverso la quale l’attuale proprietà del Savona Fbc avrebbe voluto ottenere la gestione dell’impianto. E così il direttore generale dei biancoblù Massimo Cittadino rilancia con una proposta nuova: “Vogliamo comprare lo stadio, e intendiamo farlo al 50% con Simone Marinelli“.

Un fulmine a ciel sereno, che l’ex presidente del Savona e ora numero uno dell’Albenga conferma: “Ho trovato imprenditori seri e ho dato l’okay per l’operazione” rivela Marinelli. Che però rassicura i suoi nuovi tifosi ingauni: “Sono innamorato dell’Albenga, la questione Bacigalupo per me è un solo un’operazione imprenditoriale”.

L’eventuale acquisto dello stadio da parte di privati invece del suo affidamento in gestione è una opzione della quale, fino ad oggi, non si era mai parlato. Bisognerà vedere ora se Cittadino intenderà formalizzare in qualche modo l’offerta al Comune, e a quali cifre.

A livello teorico la via, seppur difficile e non immediata per via dell’inevitabile iter burocratico, è percorribile: un ente può decidere di alienare i propri immobili per inutilizzo o anche solo per fare cassa. Ad esempio proprio tra pochi giorni, il prossimo 3 ottobre, si terrà in Comune un’asta pubblica per la vendita, insieme ad altri terreni e appartamenti, di Palazzo Pozzobonello. Sul Bacigalupo a quanto risulta non ci sarebbero particolari vincoli, quindi sarebbe possibile un’operazione simile: chiaramente, però, è necessaria la volontà dell’amministrazione di vendere il bene in questione, e non è affatto scontato che il Comune voglia “privarsi” dello stadio comunale per antonomasia.

L’avvocato Cittadino tiene poi a ribattere a quanto affermato dal sindaco Russo e dall’assessore Rossello circa la condotta tenuta dalla società. “Non accetto quanto detto dal Comune – commenta -. Non abbiamo mai fatto alcuna turbativa d’asta. Anzi, abbiamo sempre detto di essere disposti a cedere il titolo sportivo e il logo nel caso in cui qualcuno avesse legittimamente partecipato. Abbiamo solo detto, in quanto cordata che ha acquistato il Savona, di essere intenzionati a gestire lo stadio. Mi sembra una volontà logica”.

“L’amministrazione – prosegue – usa i nostri interventi come foglia di fico per mascherare due bandi con esito nullo: se nessuno ha partecipato non è per i costi dell’energia, anche per noi ci sono, ma per i paletti stringenti che non rendono appetibile per nessuno la concessione. Non abbiamo mai mancato di rispetto né al Comune né ai savonesi, non abbiamo mai detto che la procedura del bando non è corretta e che non andava bene. Abbiamo soltanto detto di non essere interessati a quelle condizioni”.

Reputiamo estrememante gravi ed offensive – accusa Cittadino – le dichiarazioni provenienti dal comune che ci tacciano di scarsa serietà. Siamo persone serie e non accettiamo lezioncine. Siamo così seri che siamo venuti a prendere una squadra di calcio pur non essendo savonesi. Questo è un gesto di stima per la società. Esprimere legittime opinioni, come abbiamo fatto noi, non significa aver scarsa serietà“.

Che ne sarà della squadra nel frattempo? “Continueremo a seguirla e stiamo portando avanti le trattative con giocatori africani – conclude Cittadino -. Sabato scenderà in campo normalmente. Ma è assurdo che la formazione che rappresenta la città debba vagare da un campo all’altro portandosi dietro il palloni per riuscire ad allenarsi”.

leggi anche
Stadio Bacigalupo
Nessuna offerta
Deserto il bando per lo Stadio Bacigalupo, Russo e Rossello: “Nostro progetto della ‘cittadella dello sport’ non cambia”
Maurizio Scaramuzza
Reazioni
Stadio Bacigalupo, il capogruppo Scaramuzza: “Denaro per il manto erboso sprecato”
Speranza Vs Savona
Il leader
Calcio. Savona, Riccardo Quintavalle: “Pronti a giocare sull’asfalto. La nostra passione non venga dimenticata”
Speranza Vs Savona
Precisazione
Savona Calcio, Cittadino: “Ipotesi di ritirare la squadra se non si sblocca la questione Bacigalupo”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.