Fondi pnrr

Andora, riqualificazione di Borgo Castello: sì della giunta all’accordo tra Comune e Università di Genova

Il sindaco Demichelis: "Una sinergia importante per garantire le migliori risorse scientifiche allo sviluppo e alla realizzazione del progetto"

borgo castello andora

Andora. Sì della Giunta comunale all’accordo quadro fra Comune di Andora e l’Università agli studi di Genova che definisce la collaborazione nell’ambito del Progetto di riqualificazione di Borgo Castello con i fondi PNRR del Ministero della Cultura, sia dal punto di vista tecnico che didattico.

Lo sviluppo del progetto, che dovrà essere realizzato entro il 2026, ha un indiscusso interesse scientifico e di ricerca (il Comune è stato già contattato per tesi universitarie), ma il lavoro sul campo, in base all’accordo, potrà avvalersi anche delle competenze delle Facoltà universitarie per le fasi di sviluppo del progetto.

L’Università degli Studi di Genova e il Comune di Andora hanno definito la collaborazione reciproca in attività di ricerca, sviluppo ed innovazione nei settori dell’archeologia, relativamente all’indagine preventiva, alla campagna di scavi e alla ricostruzione storica dell’evoluzione del borgo, nella progettazione architettonica e nella progettazione per la progettazione e la realizzazione di un giardino botanico.

“Una sinergia importante per garantire le migliori risorse scientifiche allo sviluppo e alla realizzazione del progetto per la parte del recupero urbano, del parco archeologico e dell’orto botanico ove saranno avviate attività che assicureranno posti di lavoro sia nei settori culturali, agricoli e ricettivi con indubbie ricadute economiche sul territorio dal punto di vista turistico – ha spiegato il sindaco di Andora Mauro Demichelis – Per quel che riguarda la collaborazione culturale e didattica, inoltre, il Comune di Andora offrirà supporto per attività quali lo svolgimento di tesi, progetti ed elaborati di laurea, l’organizzazione di visite indirizzate agli studenti e lo svolgimento di tirocini formativi e di orientamento e l’organizzazione di conferenze, dibattiti e seminari. Per noi è assolutamente importante essere a contatto con il mondo scientifico per poter contare anche di esperti per quel che attiene le tecniche della realtà aumentata che sono in continua evoluzione”.

Nella stessa seduta di Giunta è stata votata anche anche la variazione della Triennale delle opere pubbliche per acquisire il progetto del Bando Borghi così come approvato da Ministero con le relative risorse economiche.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.