Terzo in 4 giorni

Incendio Alassio, fiamme sotto controllo: droni in azione per monitorare l’area fotogallery

Il rogo è divampato nella notte e si è esteso tra zona Solva e Santa Croce, sul posto numerose squadre di vvf e volontari. Prende corpo l'ipotesi di un piromane

Alassio. Tornano nuovamente a bruciare i boschi alle spalle di Alassio. Le fiamme sono divampate questa notte, intorno alle 4.30, in zona Solva. Le fiamme si sono rapidamente propagate verso Santa Croce e zona Cavia.

Il rogo si è di fatto esteso a macchia di leopardo: brucia in più punti diversi. Alcuni abitanti hanno lasciato autonomamente le proprie abitazioni a scopo precauzionale.

Si tratta del terzo incendio in 4 giorni nella stessa area, dopo quello di sabato tra Laigueglia e Alassio e di lunedì proprio sopra la Città del Muretto. Un particolare, insieme al ritrovamento di alcuni inneschi annunciato dal sindaco Marco Melgrati, che rende sempre più credibile l’ipotesi che ci si trovi davanti a roghi dolosi, magari opera di un piromane.

Ore 7.40 – Il fronte di fuoco è molto esteso e la densa coltre di fumo generata è visibile anche da grande distanza. Alassio è completamente avvolta dal fumo e dal forte odore dell’incendio. Tante le chiamate al numero 112. Sul posto sono presenti numerose squadre di vigili del fuoco, supportate dai volontari Aib.

In seguito all’accaduto, per ora, non risultano esserci feriti gravi ma si è verificato un malore, che ha colpito un uomo di 76 anni: è stato soccorso da un’ambulanza della croce bianca di Andora e trasportato all’ospedale Santa Corona di Pietra Ligure per gli accertamenti del caso.

Ore 08.05 – Sul posto sono arrivati i primi mezzi aerei: un canadair e un elicottero. Iniziati i primi lanci.

Ore 8.40 – La nostra diretta dal luogo dell’incendio

Ore 9.10 – I vigili del fuoco stanno allestendo l’Ucl al Belvedere di Solva. Sul posto il sindaco Marco Melgrati, il vice Angelo Galtieri, l’assessore alla protezione civile Franca Giannotta e il direttore di Sca Massimo Parodi. Ai mezzi aerei si è aggiunto un secondo elicottero. Le operazioni vengono monitorate dalla Sala Operativa Unificata Permanente della Regione Liguria.

Ore 9.30Le fiamme hanno coinvolto una casa e distrutto una baracca. Un secondo canadair è in arrivo da Roma.

incendio bosco alassio
La casa interessata dalle fiamme

Ore 10La rivelazione di Melgrati: “Abbiamo trovato inneschi. Chiederò una ‘taglia’ sul piromane”

Ore 10.17 – L’incendio è al momento sotto controllo, ma non spento: pompieri e volontari sono al lavoro per domare i focolai ancora attivi, e i mezzi aerei continuano incessantemente a scaricare acqua. Secondo le prime stime sarebbero almeno 20 gli ettari di bosco bruciati.

Ore 10.38Il racconto di una residente: “Ho avuto paura di morire, piovevano lapilli ovunque”

Ore 11.15 – Il Comune di Alassio fa sapere che a causa del fumo, dopo un sopralluogo della dirigente scolastica Sabina Poggio e dell’assessore alle Politiche Scolastiche Fabio Macheda, si è deciso di spostare con lo scuolabus i bambini della scuola d’infanzia di Solva in quella di via Neghelli. “Ci siamo anche preparati per un’eventuale evacuazione – spiega Franca Giannotta, assessore alla protezione civile – ma le abitazioni non sono mai state in un pericolo imminente. Abbiamo però preso contatto con le strutture recettive dalle quali, ancora una volta, abbiamo avuto immediato riscontro e disponibilità, nel caso si fosse reso necessario, ad ospitare gli eventuali sfollati”.

Nel frattempo l’arrivo sul posto del secondo Canadair da Roma ha dato la svolta decisiva al contenimento delle fiamme. “Al momento – spiega Melgrati – il fronte sembrerebbe sotto controllo e in taluni punti si sta già procedendo con la bonifica dei terreni consumati dal fuoco. ​Abbiamo davanti agli occhi scenari infernali, fiamme che avvolgono piante, cespugli, la nostra splendida collina. In poche ore tutto è stato ridotto in cenere. E’ ancora presto per dire quanto abbiamo sacrificato alla follia di qualcuno. Consola il fatto che la natura sa riprendersi i suoi spazi, ma occorrerà tempo e tanto lavoro anche da parte nostra”.

“Nel frattempo – il commento dell’amministrazione Melgrati Ter – il ringraziamento a tutti quelli che si stanno adoperando per spegnere le fiamme, e per dare un supporto agli operatori. Personalmente abbiamo visto i volontari della protezione civile non solo di Alassio ma anche di Andora, Albenga, Spotorno, Nasino; la Croce Rossa e la Sca sono arrivate con cisterne di acqua. Anche il sindaco di Laigueglia, Roberto Sasso Del Verme si è unito alle squadre. Una straordinaria gara di solidarietà ed efficienza che contraddistingue in nostro Paese nelle situazioni di emergenza”.

Ore 11.35L’incendio al momento è sotto controllo. Sul posto ci sono circa 30 unità dei vigili del fuoco, a cui si aggiungono una trentina di volontari Aib da tutti i comuni limitrofi. La stima iniziale di 20 ettari bruciati è destinata ad aumentare.

Ore 12:20 Incendio quasi domato, ma sulla collina si lavora ancora e si andrà avanti per tutta la giornata. “Occorre essere certi di aver estinto ogni focolaio – spiega Franca Giannotta – con questo vento basta davvero poco perché le fiamme ripartano. La siccità dell’estate poi, ha sicuramente reso più facile il percorso delle fiamme. Stiamo provvedendo a fornire generi di conforto ai volontari e agli operatori in modo che possano proseguire nell’opera di bonifica. Con la Protezione Civile, ci stiamo anche attrezzando per ampliare la vigilanza anche nelle ore notturne, almeno per le prossime 48 ore. La prassi infatti prevede, proprio per evitare riprese di nuovi fronti, un controllo mirato nelle successive 24 ore. Il fatto che si sia di fronte al terzo incendio nell’arco di pochi giorni ci spinge ad essere ancora più attenti”.

Ore 17:29 – Vigili del fuoco e volontari della protezione civile (AIB) ancora al lavoro sulle alture di Alassio. L’incendio è sotto controllo, ma non è ancora stato dichiarato spento. Sul posto sono entrati in azione i droni, mentre sono ancora due gli elicotteri al lavoro. Fermi i due canadair in volo durante la mattinata. Le operazioni di spegnimento del rogo e in seguito di bonifica dell’area interessata dall’incendio andranno avanti per le prossime ore e per tutta la notte.

leggi anche
incendio bosco alassio
Inquietante
Terzo incendio in 4 giorni ad Alassio, Melgrati: “Trovati inneschi, ora una ‘taglia’ sul piromane. Dovremmo tagliargli la mano…”
incendio bosco alassio
Situazione
Incendio Alassio, prosegue la bonifica da parte di vigili del fuoco e volontari

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.