Inaugurazione

Al via il Salone Nautico: “Settore trainante del turismo ligure e delle nostre eccellenze”

La 62esima edizione della storica rassegna, quest'anno nel segno del rilancio post pandemia

Salone Nautico 2022

Liguria. Si è tenuta questa mattina l’inaugurazione della 62esima edizione del Salone Nautico. Genova sarà fino al 27 settembre la capitale della Nautica con il salone espositivo e una serie di eventi che animeranno la città per una settimana da protagonista, nella quale non mancherà la rappresentanza di settore e di appassionati dal savonese.

Se, ad esempio, a livello regionale la provincia spezzina detiene un primato a livello nazionale ospitando i principali cantieri nautici di produzione di yacht e superyacht, la riviera di Ponente cresce in accoglienza e servizi per il settore. “Le imprese e gli operatori della nautica sono in un momento di difficoltà a causa dell’aumentodei costi energetici, tuttavia è fondamentale proseguire la strada della ripresa post pandemia”, è il messaggio lanciato dalla storica rassegna, anche in considerazione dell’indotto turistico e non che ruota attorno al comparto.

“La Liguria è la nautica o almeno un pezzo importante del settore, così come la nautica è la Liguria. Lo ha ricordato anche il sindaco di questa città che è parte della storia nautica d’Italia. Quando l’Italia è andata bene è perché ha saputo aprirsi al mondo, andare per mare e guardare lungo sull’orizzonte. Credo sia esattamente quello che abbiamo fatto qui: se esiste un ‘modello Genova’, simboleggiato dal nuovo Ponte San Giorgio, esiste anche un ‘modello Liguria’ per come il Salone è cresciuto e ha saputo conquistarsi spazio negli ultimi anni” ha detto il presidente della Regione Liguria nel corso del suo intervento all’inaugurazione di stamane.

“Nel 2015, quando siamo arrivati, ricordo bene cosa era il Salone: con un’associazione di categoria divisa, un Ente Fiera in dissesto, una città che cercava a tentoni un modello di sviluppo e un settore della Nautica che usciva dalla stagione cosiddetta ‘anche i ricchi piangano’. Questa era l’eredità di quegli anni. Nel corso di questi anni, grazie alla grande capacità di collaborazione istituzionale e trasversale con i governi che ci hanno sostenuto, alla presidenza di Saverio Cecchi, e ai principali player del settore, abbiamo superato questa eredità e oggi celebriamo un Salone della Nautica che si candida a essere primo non solo a livello europeo, ma del mondo”.

“In questi anni – ha continuato il governatore – abbiamo affrontato alcune difficoltà straordinarie: questo è stato l’unico Salone che, mentre il mondo era chiuso e la pandemia infuriava, ha continuato a svolgersi e ad aggredire il mercato. Proprio la collaborazione tra istituzioni e imprese e la fiducia reciproca che si respira oggi ci dice che siamo sulla rotta giusta, perché come mi insegnate ‘non esiste un buon vento per chi non sa quale rotta prendere'”.

“Questo è un settore strategico – ha proseguito il presidente della Liguria – per la Liguria e per l’Italia perché si lega a tanti altri settori. Se qui abbiamo vissuto nel 2022 l’anno più importante del turismo dal 2019, lo dobbiamo a tanti motivi, ma la nautica è sicuramente al primo posto. Qui produciamo i grandi yacht nel ‘Miglio Blu’ della Spezia, facciamo refitting nel porto di Genova e ospitiamo, nel più grande impianto di Marine d’Italia, la nautica che frequenta la nostra regione”.

“Su quelle barche si consumano prodotti di artigianato e agroalimentare della nostra regione e non è un caso se l’anno anno record della nautica coincide in Liguria con l’anno record del turismo, delle esportazioni dei nostri prodotti e della crescita dell’occupazione”.

“Questi indizi ci dicono che siamo sulla strada giusta. Chi prenderà la responsabilità di governo nel prossimo futuro, la classe dirigente tutta, deve sapere che il nostro Paese è forte quando sa individuare la rotta, sa essere orgoglioso di sé e aggredire il mondo con quel coraggio tipico della Repubblica Marinara di Genova. E non è un caso neppure se il regno di Spagna e di Inghilterra sono arrivati proprio dopo una grande pestilenza: oggi noi arriviamo dopo una grande pandemia e dobbiamo avere il coraggio di uscire nel mondo e competere”.

Ma Regione Liguria celebra anche il suo mare, il più bello d’Italia: al Salone Nautico presente uno stand dedicato ai Comuni che si sono aggiudicati la Bandiera Blu 2022 per gli approdi. Oltre a questo, è presente un grande videowall su cui tutti i partecipanti potranno vedere “Liguria, il più bel mare d’Italia”, un inedito video che fa parte proprio della campagna “Liguria 77”, varata questa estate per raccontare le 77 tra spiagge e approdi che hanno ricevuto la Bandiera blu. “Con questa campagna vogliamo raccontare a tutti non solo la bellezza del nostro territorio e delle nostre spiagge, ma anche quanti servizi di qualità e ambientalmente sostenibili siano offerti dalla nostra portualità. Anche quest’anno la promozione del territorio ha portato i risultati sperati, facendo registrare il tutto esaurito nei mesi estivi e andando verso un autunno che ci sta già dando ottimi segnali dal punto di vista delle prenotazioni” aggiunge ancora il governatore ligure.

Anche quest’anno, grazie ai 32 Comuni (e 63 spiagge totali) che hanno ricevuto la prestigiosa certificazione europea FEE (Foundation for Environmental Education) la Liguria si conferma primatista a livello nazionale. Sono 13 i comuni che hanno ricevuto la Bandiera blu relativa agli approdi, per un totale di 14 riconoscimenti: Chiavari, Imperia, San Lorenzo al Mare, Santo Stefano al Mare, Andora, Alassio, Savona, Varazze, Celle Ligure, Loano, Porto Venere e due diversi approdi alla Spezia. I 36 video della campagna “Liguria 77”, diffusi sui canali social ufficiali di Regione Liguria e dell’Agenzia di promozione turistica InLiguria, da parte dei singoli comuni coinvolti e sul sito www.lamialiguria.it, sono stati visti da 14 milioni di persone su Facebook e Instagram. Lo stand contiene schermi che proiettano i video dedicati agli scali vincitori della Bandiera blu. Oggi è stato il Comune di Chiavari a presentare la loro Bandiera Blu, con le attività di promozione territoriale.

Più informazioni

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.