In ricordo

Varazze, messa in suffragio di Suntina Recagno all’Oratorio di Nostra Signora Assunta

“Ha sempre aiutato chi era in difficoltà: una persona buona. Diceva che fare del bene arricchiva lo spirito”

Suntina Recagno

Varazze. Una messa per non dimenticare Suntina Recagno, che ha speso la sua vita nel volontariato. Nell’aiuto verso il prossimo.

Varazze vuole ricordarla domani, 15 agosto, con una messa nell’Oratorio di Nostra Signora Assunta.

Suntina è mancata un mese fa. Il suo è stato un grande impegno rivolto ai più deboli. Una grande volontaria, Assunta.

In questo periodo moltissimi cittadini hanno testimoniato vicinanza al figlio Roby Fazio ed alla sua famiglia, ricordando quanto amore verso il prossimo e opere di assistenza abbiano caratterizzato il suo percorso di vita all’interno delle associazioni di volontariato.

Ha sempre aiutato chi era in difficoltà – raccontano i varazzini – una persona buona. Diceva che fare del bene arricchiva lo spirito”. Per questo era attiva all’Unitalsi di Varazze e Celle, anche come presidente: per più di 25 anni ha accompagnato molte persone a Lourdes.

Suntina c’era durante la “Peregrinatio Mariae” quando la statua della Vergine Maria di Lourdes passò da Celle a Varazze, via mare, nel 2007, a bordo della barca dei pescatori varazzini, i “Persegà”, come ricorda il basamento della statua di Santa Caterina alla Marina di Varazze.

Ma Suntina Fazio ha dato il suo contributo anche all’Associazione Volontari Ospedalieri di Varazze nelle residenze per anziani e in tante altre realtà. Sempre presente nei momenti di aggregazione e collettività, per dare una mano a tutti: dagli anziani ai giovani.

Domani mattina, alle ore 8.00, Varazze la ricorderà.

Più informazioni

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.