Garra biancorossa

Soccer Borghetto, inizia la nuova sfida di Carro Gainza: “Ho tanta voglia di dare il massimo”

La garra sudamericana che serviva alla causa biancorossa: "Si sta formando una bella famiglia. L'anno scorso a Savona? Abbiamo sbagliato parecchie volte"

Generico agosto 2022

Borghetto Santo Spirito. Il Soccer Borghetto ha svolto una campagna acquisti nel segno della formazione di un gruppo squadra che abbia al suo interno il giusto mix tra giovani ed esperti.

Sembrerebbe proprio esserci riuscito, visti i comunicati che si sono susseguiti nelle scorse settimane. Uno di questi, tuttavia, ha avuto un peso specifico speciale rispetto agli altri: quello per Mateo Carro Gainza, l’uruguagio si è tinto di rossoblù.

Il centrocampista ex Savona e Albenga è contento della scelta fatta: “Inizia una nuova avventura che spero sia ricca di soddisfazioni. Era da qualche anno che il Soccer mi cercava, avendo ottimi rapporti con Casella e Ferrara, ma con l’arrivo di mister Delfino è arrivata la sua telefonata che mi ha convinto definitivamente ad accettare. Ho tanta voglia di dare il massimo per aiutare i miei compagni“. 

Felicità anche sulle prime settimane sul campo, un buon segnale di un futuro importante che per Gainza può essere scritto anche dal sodalizio borghettino: “Stiamo lavorando bene, il caldo rende tutto ancora più stancante ma la squadra è buona: giocatori d’esperienza assieme a tanti ragazzi giovani interessanti che hanno entusiasmo, ci aiutiamo tanto tra di noi. L’anno scorso è stata vinta una Coppa Italia, compiendo un percorso enorme e togliendosi delle belle soddisfazioni, quindi spero che il Soccer possa giocarsi tutte le sue carte per fare un altro bel campionato: si sta formando una bella famiglia, questo già è un bel punto di partenza“. 

Infine un messaggio rivolto all’ambiente Savona, la sua precedente piazza che ora sta vivendo un periodo di grandi cambiamenti: “Mi posso solo augurare che possa ritornare in categorie che merita, soprattutto per i tifosi. La scorsa stagione abbiamo sbagliato parecchie volte, ma lo abbiamo fatto tutti: non è mai esclusivamente colpa di un singolo se non si raggiunge un obiettivo”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.