Istanza

Pietra, il Comune acquista un immobile ad uso archivio. Carrara scrive al procuratore: “Pratica poco trasparente”

Il consigliere pietrese è intervenuto nel corso dell'ultimo consiglio comunale: "L'amministrazione indebita il Comune con un mutuo di 320 mila euro quando il bilancio 2021 ha un attivo di ben oltre 6 milioni in di euro. Perché?"

piazza del comune pietra

Pietra Ligure. “Nell’ultimo consiglio comunale, il sindaco ha voluto imporre  l’assurda acquisizione di un immobile destinato ad uso ‘archivio’, sito in via Crispi, a due km dal centro città (due andare, due tornare), senza che nella pratica consiliare per i consiglieri, che dovevano decidere al riguardo, né nelle  altre ‘determine’ prodotti dagli uffici (che non erano presenti come allegato alla pratica stessa, ma sono stati ricercati e richiesti solo su iniziativa del singolo consigliere per capire ‘che cosa’ il Comune volesse comprare), vi sia l’indicazione dei mq in acquisto, né delle caratteristiche dell’immobile”. Lo fa sapere, in una nota, il consigliere comunale e capogruppo del gruppo “Centrodestra” di Pietra Ligure Mario Carrara.

“È un immobile singolo o in un condominio? È a pianterreno o ai piani superiori? È sviluppato in un unico piano o su più piani? – si domanda il capogruppo -. Poiché il sindaco ha rigettato la mia proposta di ritirare la pratica in quanto quest’ultima era incompleta degli elementi essenziali per poter ‘valutare’ e votare, ma l’ha posta, lo stesso, in votazione dandomi per di più,  del ‘farneticante’, allora sono costretto ad inviare questa nota agli organi in indirizzo che hanno la  competenza per indagare e valutare se un tale comportamento sia conforme o meno alla legge”.

“Tutelo me stesso come consigliere  ed i cittadini di Pietra Ligure per un acquisto ‘imposto’, fatto in modo affrettato e (volutamente… ?) ben poco trasparente. Per di più indebitando il Comune con un mutuo di 320 mila euro nonostante il bilancio del 2021 abbia dato un attivo di ben oltre 6 milioni di euro. Perché… ?”, conclude Carrara.

Il documento scritto dal consigliere Carrara è stato inviato per conoscenza al presidente del consiglio comunale di Pietra Ligure, al sindaco Luigi De Vincenzi, al prefetto di Savona e al procuratore della Repubblica di Savona. Il punto all’ordine del giorno è stato approvato con otto voti favorevoli e due astenuti.

leggi anche
Pietra Ligure Comune Municipio
Replica
Pietra, De Vincenzi a Carrara: “Acquisto dell’immobile poco trasparente? Polemica pretestuosa e sterile”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.