Riconoscimento

La scultrice alassina Ivana Vio vince il premio internazionale “Enrico Ferri amico degli artisti”

Insignita del prestigioso premio internazionale a Pontremoli (MS)

Ivana Vio scultrice Alassio
Nella foto da sinistra a destra: Giammarco Puntelli, Cosimo Maria Ferri, Ivana Vio, Jacopo Ferri

Alassio. Quest’estate la Lunigiana ha avuto come protagonista la scultrice alassina Ivana Vio e le sue peculiari “Sculture Luminose” realizzate in marmo, alabastro, onice e altri materiali semi-preziosi, il cui brand “Ivana Vio Fiat Lux” è conosciuto in Italia e nel Mondo.

Dal 24 maggio al 17giugno ha esposto una personale nel Museo di San Giovanni degli Agostiniani a Fivizzano (MS) intitolata “Nella pietra la sacralità della natura”, alla cui inaugurazione hanno partecipato tutte le maggiori autorità della Città, oltre al Presidente della Regione Eugenio Giani e il Presidente della Provincia Gianni Lorenzetti, i media e moltissimo pubblico.

Dal 6 al 19 luglio, in concomitanza con le giornate del Premio Bancarella, ha realizzato un’installazione presso le Stanze di Palazzo Comunale di Pontremoli. La personale, intitolata “Nella pietra la narrazione del colore” è ispirata al noto premio letterario “Bancarella”, dove le sculture di Ivana Vio dialogano con brani di letteratura internazionale, accuratamente selezionati dall’artista.

Le due personali sono a cura di Giammarco Puntelli, autore e critico dell’arte.

A completare i successi delle mostre, è arrivato anche il premio internazionale “Enrico Ferri amico degli artisti”, che è nato per ricordare l’ex ministro ed europarlamentare Enrico Ferri e la sua passione verso l’arte e i suoi protagonisti. A consegnare il premio sono stati il Sindaco Jacopo Ferri e l’Onorevole Cosimo Maria Ferri, figli del compianto Enrico.

I quotidiani più importanti e i media locali hanno scritto molto sulle due personali dell’artista, della vincita del premio, oltre che sulla sua carriera di architetto e designer. Nel corso di vari anni Ivana Vio ha ottenuto vari riconoscimenti e premi in campo artistico, letterario e dell’Industrial Design e questa è la terza volta che viene premiata per la sua innovativa ricerca artistica: a soli 14 anni vinse, infatti, il Premio Speciale della Giuria del quotidiano “La Stampa” di Torino in un concorso ex-tempore in provincia di Imperia, mentre nel 2018 fu insignita dal Comitato Internazionale del Museo MIIT di Torino con il “Premio Museo MIIT per il primo anno europeo del Patrimonio culturale”.

Le sue Sculture luminose sono state esposte in Italia, in Europa e, più recentemente, negli Emirati Arabi Uniti.

Più informazioni

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.