Agire!

Incendio nell’albenganese, il sottosegretario Centinaio: “Vogliamo richiedere lo stato di calamità naturale”

"Sarà necessario quantificare i danni per cercare di aiutare il più rapidamente possibile gli agricoltori, che come abbiamo visto oggi hanno subito danni ingenti"

Albenga. Stato di calamità naturale per le aree dell’albenganese devastate dall’incendio. E’ questa la proposta che la Lega presenterà al Governo. Ad annunciarlo il sottosegretario di Stato alle politiche agricole alimentari e forestali Gian Marco Centinaio durante l’incontro tenutosi questa mattina presso l’azienda agricola Gallizia.

Insieme a lui il vice presidente della Regione con delega all’agricoltura Alessandro Piana, il capogruppo della Lega in consiglio regionale Stefano Mai, diversi volontari Aib e alcuni rappresentanti della protezione civile.

Dopo un tour nelle zone e aziende agricole maggiormente colpite dall’incendio, effettuato insieme alle delegazioni di Cia e Coldiretti, i membri del Carroccio hanno incontrato i giornalisti per fare il punto della situazione.

Come noto, sono andati in fumo ben 430 ettari di bosco: “La situazione è drammatica – ha detto Centinaio a IVG.it – Sono dell’idea che in questo momento bisogna sempre di più aiutare gli agricoltori nel loro ruolo di ‘custodi del territorio’. Lo abbiamo fatto a Roma con una legge ad hoc. Ora più che mai è necessario stanziare fondi che consentano di aiutare gli imprenditori agricoli, per fare in modo che i territori in cui operano vengano salvaguardati e tutelati: l’ambiente lo salvaguarda chi in quell’ambiente c’è, vive e lavora. E lo ama, soprattutto”.

“In questo caso particolare, vogliamo lavorare insieme alla Protezione Civile per lanciare lo stato di calamità naturale. E’ stato fatto anche in altre regioni e di conseguenza penso che anche sulla Liguria si possa lavorare velocemente. Siamo in stretto contatto con la Regione. Le basi ci sono: ora sarà necessario quantificare i danni per cercare di aiutare il più rapidamente possibile gli agricoltori, che come abbiamo visto oggi hanno subito danni ingenti”.

Dopo quasi una settimana di fiamme, la situazione è secondo Centinaio è “devastante. La cosa assurda è che contrariamente ad altre zone in cui si vedono incendi di grandissime dimensioni qua abbiamo visto incendi a macchia di leopardo in tante aziende agricole. Il forte vento dei giorni scorsi ha fatto partire tizzoni, che hanno innescato tanti piccoli roghi. Sono situazioni difficili da contenere e sistemare, tant’è che ancora oggi ci sono alcuni fili di fumo, segno che siamo ancora nella fase dell’emergenza. Il lavoro che deve essere fatto è anche questo: sistemare tutto, stabilire i problemi e far partire i fondi regionali e nazionali”.

leggi anche
Mai Centinaio Piana
Reward
Incendio nell’albenganese, Mai (Lega): “Pronta proposta di legge che istituisce una taglia. Piromani, avete le ore contate”
Incendio Arnasco
Tutto ok
Incendio nell’albenganese, bonifica in corso: vigli del fuoco e volontari al lavoro
Incendio Arnasco
Sotto controllo
Incendio nell’albenganese, nottata di perlustrazioni per i vigili del fuoco: bonifica in corso
Varazze, incendio boschivo ad Alpicella
Situazione
Incendio, focolai ancora attivi: nottata di presidio nell’albenganese
Varazze, incendio boschivo ad Alpicella
Fine emergenza
Incendio nell’albenganese dichiarato spento: prosegue la bonifica e l’indagine
Incendio nell'albenganese, i mezzi di soccorso in azione
Rewind
Incendio nell’albenganese, le terribili immagini del disastro: in 10 giorni d’inferno distrutti 450 ettari di boschi
Generico agosto 2022
La telefonata
Riflettori spenti sull’incendio albenganese, ma ora spaventa il maltempo. Curto: “Pronti al peggio”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.