Vivo per miracolo

Fulmine sulla spiaggia, il racconto del bagnino andorese: “A 7 metri dalla fine. Uno scherzo mi ha salvato la vita”

Fabio Petrini è salvo per miracolo: “Mi trovavo sotto l’ombrellone colpito. Sono tornato indietro per scherzare con un collega e per questo oggi posso raccontarlo”

Generico agosto 2022

Andora-Diano. Sette metri circa. È questa la distanza che ha separato il bagnino andorese Fabio Petrini, 37 anni, da fine certa. Sette metri che, se non fossero stati percorsi, oggi non racconterebbero un autentico miracolo, ma una triste storia di cronaca nera. 

Fabio, bagnino da 10 anni, quest’estate ha trovato lavoro presso lo stabilimento balenare “Bagni Majestic” di Diano Marina, dove ieri si è abbattuto il fulmine ormai divenuto celebre grazie a video e foto circolati sui social. E la redazione di IVG.it lo ha contattato per capire i dettagli dell’accaduto e quanto è emerso è davvero una storia dai risvolti incredibili. 

Fabio si trovava negli uffici, insieme al collega Daniel e ad altri dipendenti dello stabilimento, in attesa che la pioggia incessante smettesse di cadere. Il maltempo ha mollato la presa intorno alle 19 quando, grazie a condizioni più favorevoli, i bagnini hanno deciso di scendere per iniziare il ritiro delle varie attrezzature. 

Ed è in quel momento che “uno scherzo” gli ha salvato la vita: “Mi sono diretto verso l’ombrellone del bagnino per ritirare le attrezzature, con il mio collega Daniel, una pratica di routine per noi, – ha raccontato. – Lui è rimasto più indietro e invece di procedere subito al lavoro, sono tornato indietro per scherzare ancora con lui. Ho percorso circa 7 metri per andargli incontro ed è stato in quel preciso momento che è caduto il fulmine”.

Fulmine che ha centrato in pieno proprio l’ombrellone dei bagnini, facendolo scoppiare letteralmente: “È avvenuto tutto in pochissimi secondi. Ho sentito un boato incredibile e le gambe bruciare da morire, ho fatto giusto in tempo a voltarmi e ho visto tutto bianco, prima di essere spinto indietro di un paio di metri a causa della forza d’urto”, ha proseguito. 

Un’autentica disavventura che è costata a Fabio, incredibile ma vero, “solo” alcune escoriazioni e bruciature, orecchie tappate e un gran mal di testa, con conseguente tappa in pronto soccorso. 

“In questo momento, mi sento come se avessi fatto un incidente. Rivedendo i video dell’accaduto, però, posso dire che me la sono cavata molto bene ed è incredibile che oggi possa raccontare questa storia. È stato il più grande spavento della mia vita. Non posso che ringraziare il mio collega Daniel: posso dire di essere qui per miracolo perché uno scherzo con un amico mi ha salvato la vita”, ha concluso Fabio.

leggi anche
fulmine spiaggia
Vademecum
Fulmine sulla spiaggia, mentre il bagnino tenta di fuggire: salvo per miracolo. Ecco come proteggersi
Generico agosto 2022
Rischi conosciuti
“Obbligati a sorvegliare il mare”: ecco perché il bagnino quasi colpito dal fulmine era lì nonostante il maltempo

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.