Rewind

Incendio nell’albenganese, le terribili immagini del disastro: in 10 giorni d’inferno distrutti 450 ettari di boschi fotogallery

Articoli, video e foto di uno degli eventi più devastanti avvenuti in terra ingauna: un modo per non dimenticare e per dire “grazie” a chi ha lavorato senza sosta

Albenga. Il pericolo è scongiurato e lo è ufficialmente da ieri (16 agosto), quando l’incendio che ha devastato i boschi del comprensorio ingauno è stato finalmente dichiarato spento. 

Sono stati 10 giorni lunghi, a tratti infiniti. Tutto è iniziato nel pomeriggio di sabato 6 agosto, con la segnalazione di un incendio in zona Arnasco, giudicato però quasi subito “sotto controllo”. Ma la situazione è precipitata nella notte a cavallo tra sabato 6 e domenica 7 agosto, quando forti raffiche di vento hanno generato diverse ripartenze, portando il rogo a “scollinare” nella zona di Villanova.

Imponente, come l’incendio, anche il dispiegamento di forze in termini di soccorsi che ha visto in campo centinaia di vigili del fuoco, con squadre da tutta Italia (Torino, Cuneo, Piacenza, Genova, Bergamo), di volontari dell’Antincendio Boschivo e di militi delle pubbliche assistenze, che non hanno mai fatto mancare il proprio supporto, oltre ai mezzi aerei, con canadair ed elicotteri.

Incendio albenganese incendio Arnasco canadair Andrea Opizzo

Tanti anche i cittadini che si sono spesi in prima persona per cercare di contenere le fiamme. E una menzione va riservata anche ai sindaci di Albenga Riccardo Tomatis, di Cisano Sul Neva Massimo Niero, di Villanova d’Albenga Pietro Balestra, di Arnasco Matteo Mirone e di Ortovero Andrea Delfino, che, spesso in compagnia di membri delle rispettive amministrazioni, non hanno praticamente mai abbandonato l’area dell’UCL (Unità di Comando Locale), allestita dai pompieri nella zona di Coasco, seguendo passo a passo tutte le operazioni.

La notte più difficile è stata sicuramente quella tra domenica 7 agosto e lunedì 8 agosto, quando l’incendio, dopo il rientro dei mezzi aerei, ulteriormente spinto dal vento, ha raggiunto la zona di Coasco e in particolare di Bastia, arrivando fino all’Aurelia Bis, che, invasa anche dal fumo, è stata chiusa in via precauzionale, così come la Sp19 e la SS453. Emblematico, tra gli altri, uno scatto, che ha ritratto i boschi in fiamme alle spalle del Ponte Rosso di Albenga.

“Una notte terribile, non ricordo una situazione del genere”, il commento del sindaco di Albenga Riccardo Tomatis. Sul luogo si sono recati in visita anche l’assessore regionale Giampedrone  e il presidente della Provincia di Savona Pierangelo Olivieri per rendersi conto direttamente della situazione.

incendio albenga

Le fiamme sono arrivate a più riprese vicinissime alle case costringendo numerose famiglie, oltre un centinaio di persone, ad abbandonare le proprie abitazioni, dove hanno però fatto rientro nel giro di 48 ore circa (QUI alcune testimonianze). Al termine dell’emergenza, incredibilmente viste le proporzioni del rogo, “solo” due appartamenti sono stati dichiarati completamente inagibili.

case incendio albenga

Nella devastazione provocata dalle fiamme non è mancata anche un’autentica bravata, con un motoscafo che ha letteralmente tagliato la strada ad un canadair che stava per rifornirsi in mare.

La situazione è migliorata solo a partire dal 10-11 agosto, nonostante diverse ripartenze, in particolare nelle ore notturne, che hanno costretto vigili del fuoco e volontari ad un superlavoro: basti pensare che, sfortuna nella sfortuna, nella mattinata dello scorso 11 agosto ci ha pensato un fulmine caduto all’alba a riaccendere le fiamme nella zona di Cisano.

Incendio albenga arnasco giorno 3

Quel che è certo è il bilancio tragico di fine emergenza: l’incendio ha colpito le zone di Arnasco, Vendone, Ortovero, Coasco, Bastia, Cisano diffondendosi a macchia di leopardo. Fa male al cuore girare a piedi e in auto le strade dell’entroterra di Albenga dove ancora oggi si respira odore acre e diverse colline appaiono letteralmente spogliate del loro abito più bello, la macchia mediterranea.

Sono stati oltre 450 gli ettari di bosco bruciati. Per fortuna nessuna persona è rimasta coinvolta, ma lo stesso non si può dire per flora e fauna come testimoniato dall’Osservatorio Savonese Animalista che lo ha definito “una catastrofe” in cui “hanno perso la vita milioni di insetti, migliaia di rettili e uccelli e centinaia di mammiferi”.

Pesanti anche i danni subito dal mondo agricolo locale, tra serre, campi, vigneti e colture distrutti, come hanno spiegato Coldiretti, Confagricoltura e CIA.

incendio albenganese vigneti

Le indagini sulle cause che hanno dato vita al rogo sono ancora in corso: la Procura ha aperto un’inchiesta per incendio colposo, ma resta viva anche la pista che porta alla presenza di uno o più piromani. È convinta di questa tesi, ad esempio, la Lega, che attraverso Stefano Mai, capogruppo della Lega in consiglio regionale, ha formulato una proposta di legge per istituire una taglia sui piromani, mentre il sottosegretario, ed ex ministro, Gian Marco Centinaio ha annunciato “l’intenzione di richiedere lo stato di calamità naturale” per quanto accaduto.

leggi anche
Varazze, incendio boschivo ad Alpicella
Fine emergenza
Incendio nell’albenganese dichiarato spento: prosegue la bonifica e l’indagine
Mai Centinaio Piana
Reward
Incendio nell’albenganese, Mai (Lega): “Pronta proposta di legge che istituisce una taglia. Piromani, avete le ore contate”
Incendio albenga arnasco giorno 3
Agire!
Incendio nell’albenganese, il sottosegretario Centinaio: “Vogliamo richiedere lo stato di calamità naturale”
emys award 2022
Un successo
Albenga, tante emozioni agli Emys Award 2022: serata dedicata a vvf e volontari impegnati sull’incendio
Incendio nell'albenganese, il quarto giorno
Ancora al lavoro
Incendio nell’albenganese, due focolai in ripresa nella notte. Un fulmine innesca un altro rogo a Cisano
Incendio nell'albenganese, il quarto giorno
Devastante
Incendio, Osservatorio Savonese Animalista: “Una catastrofe per tutti anche per il mondo animale”
Incendio nell'albenganese, il quarto giorno
Albenga
Incendio, Giudice (Confcommercio): “Inutile parlare di progetti turistici se il primo patrimonio va in fumo”
incendio albenganese vigneti
Gravi danni
Incendio, CIA Savona: “Distrutti interi vigneti, uliveti e frutteti”
CAnadair MOtoscafo
Rischio collisione
Incendio, motoscafo taglia la strada a canadair: conducente denunciato
tomatis incendio albenga vigili del fuoco
L'intervista
Incendio, il punto con il sindaco Tomatis: “Momenti di paura per il canile. Altra nottata difficile”
Generico agosto 2022
Belle storie
Incendio, il cuore grande di residenti e ristoratori: un aiuto per dire “grazie” ai soccorritori
Incendio albenganese incendio Arnasco canadair Andrea Opizzo
Battaglia continua
Incendio nell’albenganese, le fiamme non danno tregua: bruciati oltre 430 ettari di bosco
CAnadair MOtoscafo
Paura!
Incendio, motoscafo taglia la strada a canadair: rischio collisione in mare
Incendio nell'albenganese, i mezzi di soccorso in azione
Col cuore
Ad Alassio una raccolta fondi a sostegno delle persone colpite dall’incendio albenganese
Generico agosto 2022
La telefonata
Riflettori spenti sull’incendio albenganese, ma ora spaventa il maltempo. Curto: “Pronti al peggio”
Incendio albenganese incendio Arnasco canadair Andrea Opizzo
Dubbi e certezze
Incendi, i sindaci savonesi: “Canadair fisso a Villanova e decolli più veloci, non possono volerci 30 minuti”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.