Calvario

Aurelia a Varigotti, attesa per via libera da Anas. Guzzi: “Pronti ai lavori per l’attraversamento pedonale”

Residenti senza una via sicura di accesso al borgo e al litorale, continua la protesta

Finale Ligure.Impossibile attraversare l’Aurelia, pericolo continuo per mamme con passeggini e anziani”. Nuova protesta dei residenti di Varigotti a Finale Ligure, nel complesso “Villaggio degli Olandesi”, rimasti orfani, dopo i lavori di messa in sicurezza nell’area, dell’attraversamento pedonale che consentiva un accesso in sicurezza al borgo, alla passeggiata, al litorale e alla spiaggia.

A seguito dell’intervento di Anas “off limits” anche il consueto varco di arrivo sulla strada, in quanto si è proceduto a potenziare il guard rail: “Nei giorni di agosto abbiamo evidenziato e documentato un serio aumento dei pericoli per attraversare l’Aurelia”.

“Questa estate è stata davvero un enorme disagio questa situazione, alla quale pare non si riesce a porre soluzione adeguata per decine e decine di famiglie, ormai esasperate…” afferma il gruppo di residenti di Varigotti.

Generico agosto 2022

E tirata in ballo sulla questione e dalle stesse segnalazioni dei residenti, l’amministrazione comunale si era subito attivata per realizzare un nuovo attraversamento pedonale: “Tanto è vero che avevamo sviluppato e inoltrato un progetto di adeguamento per il tratto viario, che rimane fuori da un centro abitato vero e proprio e implica una diversa procedura di azione” afferma il vice sindaco e assessore ai lavori pubblici Andrea Guzzi.

“Dopo almeno quattro sollecitazioni rispetto all’iter progettuale sulla sicurezza pedonale della zona, attendiamo ancora un via libera definitivo da Anas, in quanto è indispensabile ricevere l’atto formale di autorizzazione per attuare l’intervento” aggiunge.

“L’adeguamento alla viabilità con l’attraversamento pedonale sarà a carico del Comune finalese, che auspica a breve un riscontro positivo di Anas e avviare quindi il posizionamento di strisce pedonali e segnaletica stradale”.

“Comprendiamo le ragioni dei residenti varigottini e il disagio per la scarsa sicurezza, specie nelle ore notturne, ma come amministrazione abbiamo fatto tutto il possibile per nostra competenza, attivandoci già dopo la conclusione dei lavori di messa in sicurezza con la rimozione delle strisce provvisorie” conclude Guzzi.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.