Numeri

Vado Gateway, assunzioni al livello programmato nonostante il Covid. Dal 2017 sostenuti 60 progetti

I numeri emersi in occasione di un incontro tenutosi ieri sera presso Villa Groppallo a Vado Ligure

Vado Gateway inaugurazione piattaforma Maersk

Bergeggi/Savona/Vado Ligure. Diciassette associazioni sportive e di volontariato sostenute e oltre 43 progetti culturali, sociali, ricreativi, sportivi e di promozione del territorio supportati. E ancora, il supporto alle scuole primarie e secondarie di Vado Ligure e di Bergeggi per la realizzazione di progetti didattici, le donazioni all’Ospedale San Paolo di Savona per fronteggiare l’emergenza Covid-19 e il sostegno continuativo al progetto di solidarietà sociale “Spazio Solidale” di cui, dal 2017, hanno beneficiato oltre 400 nuclei familiari.

Sono i numeri e i risultati principali dell’impegno di Vado Gateway a favore delle realtà del territorio vadese e savonese dal 2017 ad oggi comunicati da Paolo Cornetto – Amministratore Delegato Vado Gateway – in occasione di un incontro con gli enti locali e le associazioni tenutosi ieri sera presso Villa Groppallo a Vado Ligure.

L’iniziativa, organizzata con la collaborazione del Comune di Vado Ligure, ha visto oltre 60 partecipanti in rappresentanza del mondo delle istituzioni, delle principali associazioni di categoria, delle associazioni sportive e di volontariato, delle forze dell’ordine e di numerose realtà che operano a vario titolo sul territorio di Vado Ligure e, più in generale, della Provincia di Savona.

“Volevamo da tempo condividere con la comunità locale quanto fatto in questi primi due anni di attività del nuovo Terminal. Abbiamo ritenuto necessario che il territorio ci conoscesse meglio, che sapesse come stiamo progredendo, quali sono i nostri valori e le nostre ambizioni. Un porto deve generare opportunità per le comunità che ci vivono intorno e noi sappiamo di avere la responsabilità di contribuire a far crescere questo territorio. La voglia di fare degli operatori e delle istituzioni è un valore aggiunto incredibile, che spinge idee e progetti, che tutti insieme stiamo portando avanti e che sono certo creeranno ulteriori ricadute positive” afferma Paolo Cornetto, Amministratore Delegato Vado Gateway.

“Sono tre i fattori che opportunamente messi tra loro a sistema possono trasformare un insieme di specificità in un’unica grande ricchezza: le persone, le idee e le visioni”, dichiara Monica Giuliano – Sindaco di Vado Ligure. “Sono infatti proprio le persone che, ciascuna nel proprio ruolo, amalgamano le proprie idee in una nuova e condivisa visione» – ha proseguito il Sindaco Giuliano. “Così è stato a Vado Ligure, e solo così un territorio progredisce, cresce, senza paura di affrontare il cambiamento, perché la paura spesso non è la soluzione, ma il primo ostacolo ad un possibile benessere. Solo affrontando le paure è possibile reagire e quando a Vado ligure le industrie pesanti hanno cessato la loro attività, lasciando i lavoratori in balia di gravi incertezze, una nuova visione si è prospettata, fatta ancora di realtà produttive, ma sotto un nuovo motore, quello del progresso e della tecnologia più avanzata. Da allora ad oggi si possono già apprezzare i primi risultati: ritrovata occupazione, nuove filiere produttive in un nuovo modello economico che si concretizza e ridà valore ad un intero comprensorio. Voglio ringraziare in primis il Dott. Cornetto perché ha saputo mettere davanti lavoratori e comunità ed anche tutti i consiglieri comunali che hanno sostenuto politicamente prima e con azioni amministrative poi l’intero sviluppo del progetto. Ma soprattutto la comunità vadese, che non ha mai perso coesione e ha davvero compreso che una città ricca è una città che sa offrire opportunità ai suoi ragazzi e servizi ai suoi cittadini” ha concluso il Sindaco Giuliano.

L’appuntamento è stato inoltre l’occasione per ripercorrere il percorso che ha portato alla nascita del nuovo Container Terminal, la più importante infrastruttura portuale realizzata in Italia negli ultimi decenni e tra i terminal più tecnologicamente avanzati del Mediterraneo grazie a una serie di dotazioni all’avanguardia.

All’interno del suo intervento, l’Amministratore Delegato di Vado Gateway Paolo Cornetto ha infine evidenziato la crescita delle attività a Vado Ligure, sia dal punto di vista dei volumi movimentati (240.000 teus raggiunti nel 2021 rispetto ai 50.000 teus prima dell’apertura del nuovo terminal container) sia occupazionale, con più di 400 persone impiegate direttamente, confermando l’importanza dell’infrastruttura portuale come sbocco per il mercato del lavoro locale.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.