Concorso

Scienza Fantastica 2022, ultimi giorni per partecipare al premio letterario promosso dal Comune di Spotorno

Il festival si terrà dal 21 al 28 agosto e vedrà tra gli ospiti il giornalista e divulgatore scientifico Emilio Cozzi

scienza fantastica 2022

Spotorno. Sono ancora aperte le iscrizioni per partecipare al Premio Letterario nazionale Scienza Fantastica 2022, concorso per brevi racconti di fantascienza promosso dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Spotorno. Quest’anno il tema è “l’espansione”, intesa come una diaspora umana verso infiniti altri mondi, quando la tecnologia riuscirà a risolvere il problema del superamento della velocità della luce.

In premio, per l’autore selezionato, la pubblicazione del suo racconto e di altro materiale a tema per un totale di 100 pagine in 100 copie presso l’editore Eidon. La scadenza per iscriversi è fissata al giorno 11 luglio 2022. Tutte le info sono disponibili sulla piattaforma scienzafantastica.it.

Per quanto riguarda il festival Scienza Fantastica – programmato dal 21 al 28 agosto -, gli organizzatori stanno lavorando per offrire, come ogni anno, un prodotto all’altezza delle aspettative dei sempre più numerosi affezionati alla rassegna. Come evidenziato il tema conduttore sarà “l’espansione”, e parleranno di questo argomento e, di tanto altro, ospiti importanti e autorevoli attraverso conferenze, laboratori, colazioni galattiche, allestimenti a tema e proiezioni cinematografiche.

Infine, come prima anticipazione, lo staff di Scienza Fantastica è orgoglioso di comunicare che per questa decima edizione si unirà alla squadra dei consueti amici e ospiti anche Emilio Cozzi, giornalista e divulgatore scientifico televisivo.

emilio cozzi

Recentemente infatti ha proposto sul network Rai 4 la miniserie divulgativa “Space Walks”, in cui Emilio Cozzi ha accompagnato il pubblico in un viaggio alla scoperta di tutto ciò che riguarda lo spazio e il futuro, raccontando come l’innovazione spaziale contribuisca al miglioramento della vita per chi vive sulla Terra: dal monitoraggio del cambiamento climatico alla protezione da corpi estranei come meteoriti e rifiuti spaziali, dalle applicazioni medicali all’utilizzo di nuove fonti energetiche.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.