Botta e risposta

Sansa attacca: “20mila euro per una cena con Canalis e 170 amici”. Lista Toti replica: “Guarda il dito anziché la luna”

Sansa: "Se non ci fossero bisognerebbe inventarli: mangiano in 170 e la chiamano promozione". Lista Toti: "Offrire dei buoni prodotti liguri è promozione del territorio"

elisabetta canalis liguria

Liguria. “Promozione del territorio attraverso chef di eccellenza. La chiamano così. In pratica hanno speso 20.937 euro per una cena con Elisabetta Canalis. E se la sono pure mangiata insieme con 170 amici. Quindi promuovere la Liguria per Toti significa farsi una mangiata?”. E’ l’attacco lista Sansa rivolto al presidente di Regione Liguria Giovanni Toti.

“È successo tutto il 15 giugno scorso – ha proseguito il capogruppo Ferruccio Sansa -. Non soddisfatti di aver pagato 240mila euro per gli spot con la Canalis, ecco che Toti e Bucci la invitano a Genova. E organizzano una super cena allo Yacht Club di Portofino. Noi abbiamo presentato un’interrogazione in Consiglio Regionale. Oggi è arrivata la risposta: la cena è costata 20.937 euro. Gli invitati erano 170 ‘tra imprenditori nazionali, stakeholder e influencer’. Non credevamo alle nostre orecchie. Sono stupendi. Se non ci fossero bisognerebbe inventarli: mangiano in 170 e la chiamano promozione”.

L’assessore Marco Scajola ha risposto su delega del presidente della giunta e assessore alla Comunicazione istituzionale Giovanni Toti dichiarando che l’evento è costato 20 mila 937 euro con 170 invitati tra imprenditori nazionali, rappresentanti di categoria e 40 influencer, che hanno portato 1 milione di contatti. L’assessore ha poi illustrato gli obbiettivi della manifestazione fra cui la promozione del territorio attraverso chef di eccellenza e con la collaborazione di Camera di Commercio e Liguria Gourmet.

Immediata la replica della Lista Toti: “È sempre la storia di chi guarda il dito anziché la luna. I dati reali del turismo dicono che la Liguria è la regione italiana con il più alto indice di occupazione degli alberghi. Ma c’è chi contesta un evento più che riuscito per promuovere nel mondo questo fondamentale comparto della nostra economia che è il turismo, ottenendo risultati che non si sono mai visti”.

“Per Ferruccio Sansa il problema – continuano – è la presentazione a Portofino della campagna promozionale estiva della Liguria con una testimonial famosa in tutto il mondo. Il problema è chi c’era (e glielo diciamo: c’erano 170 invitati tra imprenditori nazionali, stakeholder e 40 influencer e socialite da un milione di follower). Il problema è cosa hanno mangiato (e gli diciamo anche questo: l’evento verteva sulla realizzazione della promozione del territorio attraverso ristoratori e chef d’eccellenza aderenti alla rete Liguria Gourmet con utilizzo di prodotti tipici e vini d’eccellenza rappresentativi delle peculiarità liguri)”.

“L’investimento sull’estate è stato fatto dall’Agenzia per la Promozione della Liguria. Un investimento fatto per continuare a sostenere il nostro turismo, i nostri imprenditori, la nostra economia. Concludiamo dicendo che offrire dei buoni prodotti liguri è promozione del territorio, per qualcuno un po’ indigesta”, hanno concluso.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.