Ricerca applicata

Regione pronta a investire sul Campus Savona: “Nuove risorse su efficienza energetica e Smart City”

L'assessore Benveduti accompagnato dal Rettore Federico Delfino: "Fondi europei su progetti pilota e modelli di comunità energetiche"

campus savona delfino benveduti

Savona. “Dagli anni ‘90 ad oggi, il Campus Universitario di Savona è diventato pian piano una ricchezza unica dell’ateneo dell’Università di Genova e della ricerca tecnologica regionale, specie per la sua vocazione rivolta al settore dell’energia”.

È il commento dell’assessore regionale allo Sviluppo economico Andrea Benveduti al termine della visita al Campus Universitario di Savona.

“Un modello concreto di sostenibilità ambientale, combinata a quella economica e sociale delle nostre comunità, che ha permesso di ridurre considerevolmente le emissioni e al cui sviluppo ha contribuito anche Regione Liguria con importanti risorse a fondo perduto”.

“Una sfida che vedrà il team capitanato dall’attuale Magnifico Rettore Federico Delfino, che dirige da lungo tempo il Campus, orientarsi sempre più verso progetti legati all’efficienza energetica e alle Smart City”.

“Ringrazio lui e i validi ricercatori di cui si avvale per l’interessante confronto che ci ha permesso di condividere strategie e visione che, anche in vista della prossima programmazione comunitaria Por Fesr Liguria 2021-2027, intendiamo rafforzare e sviluppare” conclude l’assessore regionale.

Dunque la Regione pronta a investire sul hub universitario savonese, in sinergia con gli enti formativi e scientifici, secondo un piano coordinato di azioni da mettere in atto nel quadro complessivo della transizione ecologica, che deve riguarda tanto l’apparato pubblico e/o economico, quanto gli stessi cittadini e privati, fino a unire anche piccole realtà comprensoriali.

Tra le progettualità sul tavolo una spinta alla stessa ricerca applicata legata alle capacità operative del Campus, della sua struttura e del suo staff, in ambiti sempre più strategici e funzionali al sistema economico e di gestione territoriale.

“Il Campus savonese ha saputo creare negli ultimi anni competenze e progettualità legate a reti di efficientamento e sviluppo di energie rinnovabili – ha evidenziato il Rettore Federico Delfino -. Fondamentale la collaborazione istituzionale per traguardare politiche regionali di razionalizzazione, ottimizzazione, risparmio e uso consapevole dell’energia a vario livello, oltre a contribuire nella realizzazione di impianti da fonti alternative e infrastrutturazioni innovative nel settore”.

“Da parte della Regione c’è grande interesse sulla struttura del Campus e delle possibili ricadute positive per il tessuto produttivo e lo sviluppo economico della Liguria”.

“Come direttrici di studio e intervento anche l’individuazione di aree per nuovi progetti pilota e costruire modelli innovativi di pianificazione territoriale, dalle stesse Smart City fino alle comunità energetiche, senza contare l’attività di sensibilizzazione informativa e comunicativa rivolta alla tutela ambientale e al miglioramento stesso della qualità di vita” conclude Delfino.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.