6 luglio

“Parole ubikate in mare”, in piazza Sisto IV a Savona l’incontro con Gianrico Carofiglio

Presenterà il suo nuovo romanzo noir "Rancore", in testa alle classifica italiane di vendita

GIANRICO CAROFIGLIO - PAROLE UBIKATE IN MARE

Savona. “Cosa vogliono le vittime dei reati? La punizione dei colpevoli? Certo, anche questo. Ma la punizione – la vendetta piú o meno regolata dalle leggi – è in gran parte un’illusione ottica. Ciò che le vittime vogliono davvero è la verità. Per guarire le ferite, e placare il dolore”.

Nuovo romanzo noir per Gianrico Carofiglio, ex Sostituto procuratore alla Direzione distrettuale antimafia di Bari, ex Senatore, ma soprattutto scrittore di successo, che con i suoi romanzi sull’avvocato Guido Guerrieri ha inaugurato il legal thriller italiano.

“Rancore”,  libro edito da Einaudi e in testa alle classifica italiane di vendita, sarà presentato mercoledì 6 luglio, alle ore 21:15 in piazza Sisto IV a Savona, in occasione del festival letterario estivo “Parole ubikate in mare” (in totale tra Savona e Albisola Marina sono 17 le serate in programma).

Introdurrà la serata Renata Barberis, mentre le letture saranno a cura dell’attrice Margherita Sirello. L’ingresso è gratuito (in caso di pioggia gli incontri si svolgeranno al coperto nell’Atrio del Comune a Savona adiacente alla piazza).

“Abbiamo voluto estendere il palco montato in piazza per i concerti dei Giovedì di Luglio anche ad altri appuntamenti – dice l’assessore alla Cultura Nicoletta Negro – Con questa iniziativa animiamo la città con la cultura senza portare via ai comuni circostanti iniziative ben collaudate, ma facendo degli appuntamenti culturali un fatto comprensoriale e condiviso con le aree vaste, come sta già avvendendo, ad esempio, con il Voxonus Festival”.

LA TRAMA

Come è morto davvero Vittorio Leonardi? Perché Penelope Spada ha dovuto lasciare la magistratura? Un barone universitario ricco e potente muore all’improvviso; cause naturali, certifica il medico. La figlia però non ci crede e si rivolge a Penelope Spada, ex Pm con un mistero alle spalle e un presente di quieta disperazione. L’indagine, che sulle prime appare senza prospettive, diventa una drammatica resa dei conti con il passato. Un’investigazione su un delitto e nei meandri della coscienza. Un folgorante romanzo sulla colpa e sulla redenzione.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.