Nella notte

Lite in centro a Loano e spunta un coltello: residenti allarmati, indagano i carabinieri

Danneggiata la vetrata di un bar e ritrovate diverse macchie di sangue sulla pavimentazione, ma nessun ferito grave

Loano. Una violenta lite, avvenuta nella notte appena trascorsa, ha tenuto in apprensione i residenti della zona compresa tra piazza Rocca, via Colombo e corso Roma a Loano, dove non sarebbe la prima volta che si verificano episodi di questo genere, in particolare nel periodo estivo. 

Stando a quanto riferito la lite, a quanto pare tra due soggetti, si sarebbe verificata in tarda serata e si sarebbe poi protratta, con tanto di urla e schiamazzi, quasi fino alle 5. 

Ad un certo punto, inoltre, gli animi si sarebbero scaldati oltremodo ed uno dei contendenti avrebbe estratto un lungo coltello, minacciando il rivale che avrebbe risposto a tono. A quel punto sarebbe stato decisivo l’intervento di altre due persone presenti, forse amici dei ragazzi coinvolti, che sarebbero riusciti a far desistere il giovane armato di coltello. 

Non si conoscono ancora i risvolti conclusivi della vicenda, ma quel che è certo è che questa mattina residenti e titolari delle attività della zona si sono ritrovati di fronte ad una scena davvero desolante. 

La vetrata di uno dei bar presenti in zona è stata pesantemente danneggiata, probabilmente con un sasso o simili, e diverse macchie di sangue sono state ritrovate sulla pavimentazione. Per fortuna non risultano esserci ospedalizzazioni o ricoveri, quindi si presumono ferite di non grave entità. 

Quello che lamentano però i residenti è la frequenza con cui si verificano episodi di questo genere: “Liti, risse e spaccio qui sono ormai all’ordine del giorno”, hanno spiegato ai microfoni di IVG, accompagnando alle dichiarazioni una richiesta di “maggiori controlli in zona”. 

Della vicenda se ne stanno occupando la polizia locale di Loano e i carabinieri, impegnati per cercare di ricostruire i fatti anche attraverso l’utilizzo delle immagini dell’impianto di videosorveglianza che, come in altri casi analoghi, potrebbero essere decisive per risalire all’identità dei protagonisti della lite e per gettare luce su quanto accaduto. 

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.