Vicinanza

Borghetto e Cetara sottoscrivono il “Patto d’amicizia” nel nome della cultura

Sindaco Canepa: "I rapporti tra i due paesi hanno origini lontane e radici profonde come testimoniato dalla comunità di origine cetarese presente a Borghetto"

Borghetto, un albero malato e abbattuto trasformato in opera d'arte

Borghetto Santo Spirito. Domani, sabato 23 luglio, il sindaco Giancarlo Canepa, per il Comune di Borghetto Santo Spirito, e il consigliere delegato ai Gemellaggi Luigi Carobene, per il Comune di Cetara (in provincia di Salerno), sottoscriveranno un Patto di Amicizia. Il tutto avverrà alle ore 9 presso la sala Polivalente di Palazzo Elena Pietracaprina.

La città campana è gemellata da anni con Ceriale, ma ha uno stretto rapporto anche con la vicina Borghetto, dove risiedono da anni tantissimi cetaresi.

“Il 25 ottobre 2019 a Borghetto – dichiara il sindaco Giancarlo Canepa -, inaugurando l’opera ‘Spirito Intelligente’ realizzata dallo scultore borghettino Simone Finotti e ispirata al grande artista cetarese Ugo Marano, si compiva il primo passo di un percorso che ci ha portato a sancire, anche formalmente, l’amicizia esistente tra il nostro paese e quello di Cetara. I rapporti tra i due paesi hanno origini lontane e radici profonde come testimoniato dalla comunità di origine cetarese presente a Borghetto”.

“L’evento di domani sarà il punto di partenza di un percorso sociale e culturale volto a promuovere le bellezze e le tipicità dei due territori. Domani inizieremo da due autentiche eccellenze: le pesche di Borghetto e la colatura di alici di Cetara” aggiunge Canepa.

Dopo la sottoscrizione del Patto di Amicizia, alle ore 10, presso l’Arena Vittoria ci sarà un convegno tematico sui prodotti tipici dei due Comuni. A moderare l’incontro il giornalista Stefano Pezzini. Come relatori saranno presenti il dottor Secondo Squizzato dell’Associazione Amici delle Alici di Cetara insieme ai consiglieri Gaetano Giacinto e Giulio Giordano, il dottor Roberto Pirino delegato dell’Accademia Italiana della Cucina e Davide Michelini, florovivaista e agrotecnico borghettino.

Alle 18 in Piazza Pelagos, organizzata da Vivi Borghetto con la collaborazione del Forum Culturale, vi sarà una degustazione di prodotti tipici, in particolare: la famosa colatura di alici a cura dell’Azienda Ittica Nettuno di Cetara, olio e olive taggiasche a cura dell’Azienda Agricola Le Terre del Barone di Borghetto, vino locale a cura dell’Azienda Vinicola Durin di Ortovero, gelato alla pesca a cura della gelateria Brignè di Borghetto e le classiche pesche con pigato offerte dall’azienda agricola Guido (Batan) di Borghetto e preparate da Vivi Borghetto e Forum Culturale.

All’evento parteciperà anche Elena Gandolfo nei panni della “Principessa Perseghina”, maschera borghettina che richiama proprio le tradizionali pesche di Borghetto.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.