Governance

TPL Linea, via libera al bilancio 2021: convocata Assemblea Soci per il nuovo piano industriale

Nonostante la pandemia utile nei conti dell'azienda di trasporto savonese

Tpl Linea Sede

Savona. Via libera dal Cda di TPL Linea al Bilancio di esercizio 2021, che conferma una situazione di solidità patrimoniale e che chiude in utile nonostante il periodo pandemico che ha avuto varie ricadute e conseguente negative sul trasporto pubblico locale.

Nel corso del Consiglio di Amministrazione è stata anche convocata l’assemblea dei Soci di TPL Linea in programma il prossimo 27 giugno, per approvare definitivamente il Bilancio ma anche l’atteso aggiornamento del Piano industriale, atto primario per procedere con l’affidamento in house del servizio nel savonese.

Se ci sarà luce verde il piano industriale e alle linee di indirizzo gestionali e di economicità, al centro di una parallela valutazione propedeutica da parte della Provincia di Savona: successivamente sarà possibile procedere con l’iscrizione nel registro delle società in affidamento in house, con Anac – Autorità Nazionale Anticorruzione – che avrà a sua volta 90 giorni di tempo per esprimere eventuali osservazioni e pareri, prima del via libera ufficiale.

Alla fine del CdA, ultimo dell’attuale mandato in TPL Linea, presidente e direttore si sono vicendevolmente scambiati i ringraziamenti per aver condotto l’azienda in un periodo di estrema difficoltà, ma con onestà reciproca, correttezza e massimo impegno.

Tutti i consiglieri e il Collegio sindacale hanno espresso un forte apprezzamento a presidente e direttore per l’azione svolta in questo mandato gestionale.

Sul documento economico-finanziario relativo al 2021, soddisfazione è stata espressa sia dal presidente Simona Sacone, quanto dal direttore generale di TPL Linea Giovanni Ferrari Barusso: “E’ un Bilancio positivo sotto il profilo aziendale e organizzativo, in un contesto storicamente delicato: i dati, i numeri e le analisi dimostrano i risultati ottenuti”.

“L’aspetto più positivo del risultato di esercizio del 2021 è rappresentato dal fatto che TPL Linea ha saputo reggere all’attuale situazione di crisi generale, senza intervenire con manovre sul personale e/o con un aumento delle tariffe di viaggio per i viaggiatori. Non dimentichiamo, infatti, che abbiamo e stiamo ancora affrontando un contesto aziendale che ha visto una drastica riduzione dei ricavi e un parallelo aumento dei costi gestionali, in ultimo il caro-carburante di questo periodo”.

“Auspichiamo che a livello nazionale e regionale si possa concretizzare il piano strategico di intervento a sostegno del settore del trasporto pubblico locale su gomma” concludono i vertici di TPL Linea.

Ora per TPL Linea l’ultima sfida: traguardare il percorso industriale dell’affidamento in house del servizio a assicurare la nuova governance del settore, conducendo parallelamente gli interventi necessari rivolti alla nuova frontiera della mobilità sostenibile.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.