Preoccupazione

Tpl, i sindacati dopo l’incontro con l’azienda e gli enti proprietari: “Risposte incerte”

È stato fissato un nuovo confronto per proseguire il dialogo il prossimo 21 giugno

Autobus Savona Tpl Linea

Savona. C’è preoccupazione da parte dei sindacati di Tpl dopo l’incontro dello scorso lunedì con l’azienda e gli enti proprietari di maggioranza, Provincia e Comune.

“L’incontro richiesto per un confronto sullo stato dell’affidamento del contratto di servizio e sullo stato dei finanziamenti al trasporto pubblico savonese ha fornito risposte
ancora incerte” spiegano le segreterie provinciali di Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Faisa-Cisal, Sial-Cobas, Ugl unitamente alla RSU aziendale.

Le organizzazioni sindacali “hanno ritenuto di attivare le procedure di raffreddamento visto l’importanza delle problematiche poste e la mancanza della definizione di importanti adempimenti amministrativi che stanno compromettendo il lavoro e la gestione aziendale.

La mancanza della definizione del contratto di servizio – continuano – l’incertezza sulla sostenibilità economica, la precaria organizzazione del lavoro e della manutenzione degli autobus, la continua minaccia della messa a gara del 10% del servizio, di competenza dell’ente concedente Provincia, senza mai rivendicare le potenziali acquisizioni con affidamento diretto anche se previste dalla normativa – rimarcano – non sono più accettabili e devono trovare definizione”.

È stato fissato un nuovo incontro per proseguire il confronto il prossimo 21 giugno, ed è stata chiesta copia del piano industriale illustrato alle organizzazioni sindacali solo verbalmente e oggetto di valutazione da parte degli organi di gestione e controllo di Tpl.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.