Cura

Quiliano, la minoranza all’attacco: “Cimitero, marciapiedi e creuze invasi dalle erbacce, indolenza e cecità dell’amministrazione”

"Un'amministrazione cieca di fronte alla sostanza e propensa verso l'apparenza"

Cimitero Quiliano Minoranza

Quiliano. “Ci troviamo, nostro malgrado, a dover nuovamente evidenziare l’incuria in cui verte la città di Quiliano”. Inizia così la nota con cui il gruppo di minoranza “Quiliano Domani” evidenza quella che, a detta dei consiglieri di opposizione, è una mancata cura di alcuni luoghi pubblici da parte dell’amministrazione comunale del sindaco Nicola Isetta.

Spiega il capogruppo Rodolfo Fersini: “Questa volta tocca al piccolo cimitero, che come ogni anno si popola di erbacce che raggiungono metrature da savana (speriamo non nascondano la stessa fauna), ma quest’anno oltre al solito panorama di degrado, ci hanno segnalato anche dissesti del terreno che potrebbero attentare all’ incolumità’ dei visitatori. Il caldo torrido degli ultimi giorni ed il divenire dell’estate non faranno che peggiorare tali condizioni, aggiungendo l’olezzo dei fiori non più freschi. Oltre ad una mancanza di pulizia ci sembra anche una mancanza di rispetto nei confronti di un luogo di culto”.

“Qualche giorno fa, avevamo segnalato la medesima situazione delle creuze e dei marciapiedi di Valleggia, risolta successivamente dai residenti stessi che hanno tagliato l’erba per poter continuare ad accedere alle proprie abitazioni. Il malcontento dei cittadini, la chiusura continua delle attività, la mancanza di un punto di aggregazione per i giovani, il degrado in cui verte il paese, ci fanno pensare ad un’amministrazione cieca di fronte alla sostanza e propensa verso l’apparenza: città, un termine che dice tutto”, conclude il capogruppo.

Cimitero Quiliano Minoranza

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.