Lesioni stradali

Provoca incidente e scappa, ferita giovane finalese: appello della famiglia per cercare testimoni

Avrebbe provocato volontariamente la caduta dallo scooter sulla via Aurelia

Polizia stradale

Finale Ligure. E’ caccia al presunto responsabile dell’incidente stradale avvenuto lo scorso 17 giugno sulla via Aurelia a Finale Ligure, intorno all’1.30 di notte.

Secondo una prima ricostruzione, pare che un uomo abbia provocato volontariamente la caduta dallo scooter di una giovane finalese, che stava rientrando a casa dopo la serata di lavoro: è successo all’altezza di piazza Cavour.

Il pedone si sarebbe dato rapidamente alla fuga, facendo perdere le sue tracce, senza prestare soccorso alla ragazza, rimasta a terra sulla carreggiata. Solo l’intervento di due ragazzi che si trovavano in zona ha consentito di dare l’allarme, con l’arrivo dei soccorsi e dell’ambulanza per il successivo trasporto in ospedale.

Per la giovane 10 giorni di ricovero e 30 di prognosi per i traumi e le ferite riportate nella caduta dal mezzo.

Sul posto è intervenuta la polizia stradale, che ha acquisito le prime testimonianze e svolto i primi rilievi sull’accaduto.

La ragazza ferita ha fornito una sommaria descrizione della persona, probabilmente uno straniero che aveva una maglia bianca: sono ancora in corso le indagini per ricostruire l’esatta dinamica dell’accaduto: al vaglio anche le immagini della videosorveglianza della zona, richieste direttamente anche dalla famiglia della giovane che attende copia del verbale.

E non solo. Dai familiari un appello per cercare altri testimoni o informazioni utili che possano aiutare a chiarire l’inciente, che poteva avere conseguenze ben più gravi, e risalire così al responsabile.

A seguito degli accertamenti in atto, se fosse confermata la ricostruzione iniziale e primi elementi probatori, la persona ricercata rischia una denuncia per lesioni stradali e omissione di soccorso.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.