Sinergia

Movida Albenga, l’assessore Vannucci: “Questo weekend andrò a verificare la situazione personalmente”

Nel primo pomeriggio si è conclusa la riunione a porte chiuse al comando della polizia locale ingauna. Sul tavolo i recenti episodi di movida “selvaggia” nel centro storico

aperitivo all'aperto albenga piazza delle erbe tavolini zona gialla
Piazza delle Erbe - Immagine generica di repertorio

Albenga.  “Sono molto soddisfatto del confronto di oggi. Direi che si sono poste le basi per intraprendere un percorso di monitoraggio della situazione insieme alle parti interessate”. Lo dichiara l’assessore albenganese alla polizia locale Mauro Vannucci al termine della riunione che ha visto a confronto i titolari di quattro locali di piazza delle Erbe, il responsabile del nucleo di sicurezza urbana Andrea Spanu, il segretario del Comune Anna Nerelli e alcuni cittadini albenganesi (invitati alla riunione dall’assessore stesso) interessati dai recenti episodi di movida “selvaggia” avvenuti nel centro storico.

L’incontro si è tenuto a porte chiuse presso il comando della polizia locale di Albenga: “Dobbiamo partire da un presupposto indiscutibile – commenta Vannucci -. Per il centro storico di Albenga questo è un momento magico. Siamo all’apice di un risultato che dobbiamo cercare di mantenere. Insieme alle parti intervenute questo pomeriggio abbiamo iniziato un percorso per cercare di monitorare tutti insieme questi fenomeni poco decorosi per l’immagine della città e per chi vive e lavora nel centro storico”.

Gli episodi citati genericamente dall’assessore sono avvenuti, in particolare, nella centralissima piazza delle Erbe. Alla riunione, infatti, erano presenti quattro gestori di locali attivi nella piazzetta e due titolari di bed&breakfast presenti nel centro storico.

“Come amministrazione – ha proseguito Vannucci – parleremo con Sat per cercare di intervenire sulle problematiche sollevate quasi in tempo reale. Organizzeremo anche dei pattuglioni, ma da questo punto di vista occorre tenere in considerazione alcuni aspetti. Noi dobbiamo rendere conto alle casse comunali quando chiediamo al personale di polizia di fare degli straordinari, anche perché gli agenti non lavorano gratis ma vanno pagati. Non possiamo fare come vogliamo, quindi. I pattuglioni li possiamo prevedere una volta al mese, ma di certo non ogni weekend”.

Per cercare di capire se l’incontro odierno avrà dato dei risultati positivi, il “pool” anti-movida “selvaggia” si è dato appuntamento a giovedì prossimo, sempre presso il comando della polizia locale: “Tra una settimana – ha aggiunto Vannucci – faremo il punto della situazione, anche per vedere come sarà andato il prossimo weekend. Durante questo fine settimana mi recherò personalmente a verificare la situazione nel centro storico. Voglio rendermi conto di persona dei problemi che sono stati segnalati dai cittadini”.

“Dall’incontro è emerso lo spirito giusto per affrontare il problema – ha concluso l’assessore ingauno alla sicurezza -. La movida va affrontata con il pugno duro quando serve, ma bisogna anche considerare che proprio grazie alla movida oggi possiamo assistere ad un risveglio del centro storico. Mantenere questo trend positivo non sarà facile, e infatti le criticità non mancano, ma lavorando insieme possiamo farcela”.

“Oltre agli incontri e ai contatti con le forze dell’ordine, mi confronto frequentemente con il Questore che conosce bene la nostra città – aggiunge il sindaco Riccardo Tomatis -. Al fine di contenere i disagi legati alla Movida, oltre ai vari interventi che abbiamo fatto nel corso degli anni, abbiamo recentemente modificato il regolamento della Polizia locale per dare ancora più strumenti ai nostri agenti. Dobbiamo tenere presente che grazie all’iniziativa dei privati, in collaborazione con l’Amministrazione, il cuore della nostra città, che fino a pochi anni fa era in mano agli spacciatori e alla delinquenza, è rinato diventando centro nevralgico in grado di attirare turisti e visitatori da lontano e dalle città limitrofe. La nostra intenzione è comunque quella di non sottovalutare il problema e, in collaborazione con i commercianti e i gestori delle attività, trovare soluzioni efficaci”.

Poco prima del termine dell’incontro si sono uniti alla riunione anche il vicesindaco Alberto Passino e l’assessore Marta Gaia. Il sindaco Riccardo Tomatis non ha potuto presenziare all’incontro a causa di un impegno programmato in vista della cerimonia per il riconoscimento della Medaglia d’oro al Merito Civile in programma nella mattinata di domani alla presenza del Ministro della Difesa Lorenzo Guerini.

leggi anche
Polizia locale Albenga sindaco Tomatis
Confronto
Albenga, movida “selvaggia” nel centro storico: domani riunione al comando della polizia locale
L'angelo di Arianna movida albenga
Albenga
Esterno di una panetteria diventa il centro del post movida, lamentele dei condomini. Il titolare: “Non sono uno sceriffo”
Albenga porta comune municipio archivio
Affondo
Albenga, Gaglioti: “Meglio un commissario che questa amministrazione”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.