Cambio di casacca

La serata finale del Cogno per salutare il verdeblù. Tobia pronto per il Casale: “Legino, è solo un arrivederci, non un addio”

Il giovane attaccante classe 2003 ha salutato la società che lo ha cresciuto: dalla prossima stagione sarà un nuovo giocatore del sodalizio piemontese

Savona. Una storia d’amore infinita, giunta adesso ad un nuovo capitolo. Quello che unisce il Legino e la famiglia Tobia è ormai da tempo un legame indissolubile, un sentimento tanto radicato quanto sincero confermato da Nicolò, giovane classe 2003 che, in occasione della serata finale del trofeo “Nando Cogno”, ha salutato la società del presidente Carella tra gli applausi. 

Il percorso calcistico di Tobia è iniziato alla tenera età di 3 anni: sempre in verdeblù, l’attaccante si è misurato per un breve periodo con il settore giovanile del Savona, questo però salvo poi tornare nel proprio club del cuore che, a 16 anni, gli ha regalato l’emozione dell’esordio in prima squadra nel giorno del suo compleanno.

Successivamente ecco l’avvento del Covid con Nicolò che, per non rimanere fermo, approda al Finale per disputare l’ultimo scorcio del 2021. In seguito arriva la stagione appena conclusosi, quella della consacrazione definitiva nuovamente in maglia verdeblù. Tobia infatti ha disputato un’ottima annata impreziosita da un notevole bottino di gol che, nelle scorse settimane, sono valsi l’interessamento non soltanto di svariati club militanti in Eccellenza, ma anche del Casale il quale, con il proprio progetto, si è assicurato le prestazioni sportive dell’attaccante classe 2003.

Domenica sera dunque Tobia ha salutato la società che lo ha cresciuto, il tutto rilasciando le seguenti dichiarazioni: “Dopo tanti anni qui a Legino mi sentivo a casa. Credo sia il momento giusto per uscire da questo bacino che mi ha creato, mi ha accolto e mi ha cresciuto. Lascio una società che per me ha un valore speciale, lo dimostra l’affetto riservato nei miei confronti”.

In seguito l’intervistato ha svelato di essere rimasto sorpreso per il doppio salto di categoria: “Avevo tante richieste dall’Eccellenza. Per me non è stato facile scegliere, ma il progetto e il fattore umano delle persone che mi sono venute a parlare è stato determinante. Abbiamo fatto una scelta in famiglia, credo che questa sia una delle cose più importanti. Sono onorato di indossare la maglia del Casale, non vedo l’ora di iniziare”.

Dopo 15 anni dunque la strada di Nicolò Tobia ed il Legino si separerà definitivamente, ma come da lui stesso dichiarato: “Non è un addio, soltanto un arrivederci”.

leggi anche
Premiazione 39ª edizione Nando Cogno
Last sunday night
Legino, El Shaarawy e Villardita chiudono in bellezza la serata finale della trentanovesima edizione del torneo “Nando Cogno”
Pietro Carella
Soddisfazione
Legino, Carella saluta il Cogno esaltando il settore giovanile verdeblù: “È il nostro orgoglio, adesso al lavoro per la prima squadra”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.