Nostalgia

I pescatori di Varazze ricordano lo storico maestro di sci nautico Tullio Vezzetti gettando rose in mare fotogallery

Un momento di preghiera all’imbrunire, poi i fiori dal molo di Santa Caterina, nello specchio acqueo del porto dove Tullio “viveva”

Varazze. Dolore e nostalgia a pochi giorni dalla scomparsa di un varazzino cui la città è molto legata. Un uomo di mare, la sua passione: il motoscafo e lo sci nautico. Tullio ha lasciato un segno in chi lo ha  conosciuto.

Così, ieri sera, i pescatori di Varazze hanno voluto ricordarlo all’imbrunire con un momento di preghiera e gettando rose dal molo di Santa Caterina, nello specchio acqueo del porto dove Tullio “viveva”.

Storico maestro di sci nautico, a partire dagli anni ‘60. Il suo motoscafo lo teneva, infatti, nel capannone vicino all’antica sede della Lega Navale, quando ancora Varazze aveva il porto vecchio e i cantieri Baglietto.

Una figura storica e tanto amata anche dai varazzini che, grazie a lui, avevano praticato questo sport. Ieri sera commozione e nostalgia.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.