Albenga

Fiume Centa, Gaglioti (Aria Nuova) vs Radiuk: “Incolpa Regione per giustificare il mancato lavoro del Comune”

Quindi l'affondo contro l'amministrazione Tomatis: "Se non si è in grado di amministrare, lasci spazio ad altri"

Letto fiume Centa

Albenga. “Nei giorni scorsi ho letto un comunicato del consigliere Radiuk che scarica il problema della pulizia degli argini del fiume Centa alla Regione Liguria, citando un finanziamento di soli 22 mila euro da parte della stessa. L’amministrazione comunale presenti alla città il progetto che è stato inviato alla provincia e alla regione perché non mi risulta che ci sia nessun progetto”.

Ad affermarlo è Saverio Gaglioti (Aria Nuova per Albenga), che ha proseguito: “Negli anni passati l’ex assessore ai lavori pubblici Ghiglione aveva fatto predisporre dagli uffici un progetto con tanto di gara per la pulizia del Centa. Oggi come per tutte le mancanze di manutenzione e servizi, l’amministrazione comunale vede i problemi e non essendo in grado di risolverli scarica su altri le colpe”.

“Avrebbero potuto preventivare a bilancio la pulizia del Centa, magari usando l’avanzo di amministrazione di circa 1 milione di euro, invece preferiscono organizzare eventi lasciando la città allo sbando. Spero tanto che ad ottobre e novembre non ci siano piene del Centa che mettano in difficoltà la città come accade ogni volta che piove per la mancanza di pulizie delle semplici caditoie”.

“Invito il consigliere Radiuk a lavorare usando la delega che ricopre, che è quella delle manutenzioni, perché fino ad oggi non ha raggiunto nessun risultato: si parla tanto e si lavora niente o poco. Se non si è in grado di amministrare, meglio lasciare spazio ad altri liberando Albenga dalla peggiore amministrazione menefreghista sullo stato della Città”, ha concluso Gaglioti.

leggi anche
Centa Albenga
Precisazione
Albenga, Raiko Radiuk polemico con Toti: “Si vantano dei soldi spesi, ma la situazione del Centa non è delle più belle”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.