Eccellenza

Varazze, mister Paolo Mazzocchi: “Ancora in nerazzurro? Non penso al futuro. Un format senza senso”

Il Varazze ripartirà dalla Promozione, ancora presto per parlare del tecnico viste le trattative in corso per la fusione con il Celle Riviera

Il Varazze ha detto addio al campionato di Eccellenza perdendo 4 a 0 contro il Pietra Ligure. Una sconfitta indolore in quanto la matematica retrocessione era già arrivata la settimana scorsa.

Nel levante savonese, sono in corso le trattative per una possibile fusione tra il Varazze e il Celle Riviera. Il tecnico Paolo Mazzocchi non si esprime sul futuro: “Non penso al domani in questo momento. Sapevamo che sarebbe stato difficilissimo salvarsi, anche se siamo partiti bene. Abbiamo incontrato squadre di un certo livello e che sono state più brave di noi“.

Il format non ha agevolato il Varazze. I punti racimolati nella gestione Mazzocchi, che era subentrato a Berogno, non sono serviti per evitare i play out. Con cinque retrocesse su dieci, era difficile per una squadra giovane e senza grandi nomi come i nerazzurri mantenere la categoria: “È stato un campionato senza senso. Lo dicono tutti. Il Pietra Ligure si è ritrovato ai play out ed è una squadra che avrebbe dovuto fare un campionato. Questo tipo di format rischiava di mettere in difficoltà chiunque”.

Non è tutto da buttare, anzi. “Anche oggi – conclude Mazzocchi – hanno esordito altri giovani. Forse, era una delle rose più giovani del campionato. Le basi ci sono. Con qualche giocatore di esperienza in più i ragazzi possono crescere ulteriormente”.

leggi anche
Varazze Don Bosco-Pietra Ligure
Girone playout
Eccellenza, al Pietra Ligure non basta il poker contro il Varazze: Busalla salvo, biancocelesti in Promozione

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.