Il caso

Varazze, la “preghiera dell’Alpino” solo sul sagrato e non durante il funerale in chiesa: l’amarezza dei parenti

“Nella chiesa di San Nazario e Celso si possono solo leggere preghiere liturgiche”

Varazze. “Dall’età di diciotto anni negli Alpini e oggi, al suo funerale, nel giorno dell’addio, non si è potuto recitargli la preghiera ‘dell’Alpino’ in chiesa”. Sono amareggiati i parenti di quest’uomo.

Il funerale è terminato da una manciata di minuti e affidano il loro sfogo a IVG.it, dopo averla letta, con la presenza del sacerdote, sul sagrato. “Nella chiesa di San Nazario e Celso si possono solo leggere preghiere liturgiche durante la celebrazione del funerale, poi c’è la disponibilità del sagrato per la lettura di altri messaggi” ci raccontano.

Ma questa cosa, di trasferirsi all’esterno, non è piaciuta ai familiari del defunto. “Ha trascorso la vita negli Alpini: raduni, commemorazioni, iniziative. Sempre – ci spiegano i parenti – oggi naturalmente sono arrivati per dargli l’ultimo saluto. Ma perché in chiesa no? È comunque una preghiera – sottolineano – per fortuna c’era il sole. Con la pioggia, sul piazzale, sarebbe stato ancora più triste”.

Più informazioni

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.