Per il futuro

Tradizione del risseu ligure a rischio, Costa Crociere Foundation realizza un progetto per preservarla: “Fondamentali i giovani” fotogallery

Triacca: "Vogliamo incrementare il benessere dei territori dove le nostre navi fanno scalo"

Progetto Tradizioni del Futuro

Liguria. Una tradizione millenaria partita dall’antica Roma e giunta fino ai giorni nostri con un continuo lavoro di sperimentazione e contaminazione: è questa l’arte del risseu, che oggi fa parte degli antichi mestieri liguri che rischia di perdere il prosieguo della sua storia.

Grazie a un nuovo progetto chiamato “Tradizioni del Futuro”, sviluppato e sostenuto da Costa Crociere Foundation, con la collaborazione della Fondazione Cologni dei Mestieri d’Arte e Michelangelo Foundation, una giovane studentessa ligure, Carlotta Ghioldi, ha potuto “sporcarsi le mani” e mettere a frutto un insieme di tecniche che prima ha potuto solo conoscere sui libri.

“E’ stata un’esperienza bellissima che mi ha permesso di sostenere per 7 mesi prima dei corsi di marketing e di gestione di un’azienda a Milano alla Bocconi e all’università Iulm, poi di lavorare direttamente in laboratorio” ha espresso la giovane tirocinante.

UN MESTIERE DURO DA PRESERVARE

La “scuola” del mosaicista Gabriele Gelatti è antico stampo, si interviene a 360 gradi: si studia il progetto da realizzare, si raccolgono i materiali sulla spiaggia e si lavora duramente per la posa dei ciottoli. “E’ un mestiere che ho appreso da un mio vecchio insegnante nei primi anni 2000 – spiega Gelatti -. Ed ora è necessario che lavori come questo, fatti sì di grande sforzo fisico ma anche di concentrazione e tanta sensibilità, vengano conosciuti e praticati dai giovani per permettere alle tradizioni di non morire e continuare nel futuro”.

“Progetti come questo di Costa Crociere Foundation, Fondazione Cologni dei Mestieri d’Arte e Michelangelo Foundation sono fondamentali per raggiungere questo obiettivo – spiega il mosaicista -. Mi piace anche il nome del progetto: ‘Tradizioni del futuro’ è proprio azzeccato perchè sottolinea quella visione verso il futuro che ogni azienda dovrebbe avere“.

Il laboratorio di Gabriele Gelatti è in un certo senso itinerante: “Il mio lavoro si fa sui cantieri con materiali molto ingombranti e tante attrezzature – afferma -. Si tratta di un mestiere manifatturiero per creare mosaici con i tradizionali ciottoli ma anche per fare manutenzione e restauro degli stessi già esistenti. Il risseu infatti si trova in molti sagrati delle chiese in Liguria o nelle antiche ville“.

TRIACCA (COSTA CROCIERE): “IMPEGNO PER CREARE QUALCOSA DI IMPORTANTE PER LE COMUNITA’ DOVE LE NOSTRE NAVI FANNO SCALO”

“Abbiamo deciso di realizzare questo progetto per creare qualcosa di importante sui territori di scalo delle nostre navi – conferma Davide Triacca, segretario generale di Costa Crociere Foundation e sustainability director di Costa Crociere -. Le nostre destinazioni sono formate da comunità con tradizioni locali e ambienti da preservare, e il nostro agire è sostenerli, creando un dialogo e mettendo in campo strategie per il loro sviluppo economico con una visione sul futuro”.

Per “Tradizioni del futuro” sono stati così scelti 13 diverse destinazioni visitate dalle navi di Costa Crociere (non solo in Italia), 11 tradizioni locali e altrettanti ragazzi: per Savona/La Spezia il risseu (mosaico di ciottoli), per Napoli i presepi; per Palermo i pupi siciliani; per Cagliari la filigrana sarda; per Venezia il vetro soffiato; per Civitavecchia/Roma i costumi di scena; per Trieste il restauro tessile. All’estero per Marsiglia il maestro d’ascia; per Valencia le ceramiche; per Barcellona le vetreria artistica; per Maiorca l’ebanisteria; per Ibiza il restauro artistico di rivestimenti murali; per Malaga il restauro tessile (paramenti sacri).

OCCASIONE PER L’OCCUPAZIONE DEI GIOVANI

“Questa è una grande occasione sia per chi pratica ormai da anni i mestieri legati alla tradizione sia per i tirocinanti – sottolinea Gelatti -. Lavorare con i giovani permette di stare al passo con i tempi, scoprire tecniche nuove per poter sperimentare continuamente nel proprio mestiere. E poi, inutile dirlo, con progetti come questo si entra a contatto con il mondo del lavoro creando delle opportunità per i giovani a livello occupazionale“.

“Il mio sogno è quello di poter lavorare anche nel futuro in questo campo che mi entusiasma molto” confessa Carlotta Ghioldi, e dal suo maestro arriva subito la rassicurazione: “Ho già in mente, a conclusione del tirocinio, di continuare a lavorare con Carlotta in futuro con una forma di contratto da stabilire. La passione per la pietra è il primo passo per creare qualcosa di straordinario e di artistico con i ciottoli – spiega Gelatti -, poi serve la tecnica, la manualità e la forza, ma anche tanta sensibilità. Molti pensano che questo lavoro non faccia per le donne, io credo non ci sia niente di più sbagliato”.

NON E’ FINITA QUI

L’esperienza di “Tradizioni del futuro” sta per volgere al termine, ma Davide Triacca annuncia la novità: “Stiamo lavorando con grande impegno per proseguire questa iniziativa che si confà perfettamente con la nostra purpose, ovvero quella di investire sul territorio e sui giovani per il benessere delle comunità in cui le nostre navi fanno scalo”.

leggi anche
Costa Crociere generica nave
Entro il 2050
Obiettivo emissioni zero: il Gruppo Costa istituisce il dipartimento dedicato alla decarbonizzazione

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.