Vandali in azione

“Toti nazista”, “GP nazipass”: scritte no vax e contro il governatore sui muri di Varazze

Firmate con la sigla del gruppo complottista “Vivi Libero”. Bozzano e Pierfederici: "Questa non è libertà di pensiero, è solo teppismo”

scritte varazze no green pass e contro toti

Varazze. “Toti nazista”, “Se non puoi dire no sei uno schiavo”, “GP nazipass”. Sono queste le scritte sui muri di alcuni angoli della città comparse questa notte a Varazze. Messaggi contro il presidente ligure, i vaccini e il certificato verde, realizzati da uno o più cittadini no vax con una vernice rossa e firmati da due “v” dentro un cerchio, simbolo che rimanda al gruppo complottista “Vivi Libero”.

A darne la notizia è il consigliere regionale Alessandro Bozzano, che definisce l’accaduto “inaccettabile”. “Solo vandali ignoranti possono imbrattare una città con scritte deplorevoli – commenta –  Poco importa quale messaggio vogliano lanciare, questa non è libertà di pensiero, questo è solo teppismo”.

E poi esprime la sua vicinanza al governatore: “Massima solidarietà al presidente Giovanni Toti, ancora una volta preso di mira da atti vergognosi che non possono che essere condannati con fermezza, senza sé e senza ma”, sottolinea.

“A firmare lo sfregio – prosegue – appare la solita sigla, già oggetto di indagini da parte della Digos e dei corpi competenti per i tantissimi atti vandalici e per le minacce lanciate contro personaggi pubblici e politici, tra cui il nostro governatore”. Ne sono un esempio le scritte comparse nei mesi scorsi nel polo vaccinale di Camporosso, in quelli di Taggia e Ventimiglia e altri luoghi simbolo della lotta alla pandemia.

“Il Comune di Varazze è già in moto per cercare di cancellare il prima possibile queste mostruosità dai suoi muri – afferma Bozzano – e, è bene ricordarlo, la spesa per l’intervento di pulizia ricadrà sulla comunità tutta rendendo ancora più antipatico un gesto già di per sé inaccettabile. Speriamo solo che attraverso l’impianto di videosorveglianza di cui è dotato il Comune sia possibile arrivare all’individuazione di questi delinquenti”.

Dura la condanna anche da parte del sindaco di Varazze, Luigi Pierfederici: “Abbiamo provveduto immediatamente questa mattina ad iniziare a rimuovere le scritte – dichiara indignato ai microfono di IVG.it – la libertà di pensiero si può esprimere, ma non in questo modo. Vandalizzare la città è solo sinonimo di ignoranza”.

”Ovviamente –sottolinea – esprimiamo solidarietà al presidente della Regione Liguria per l’accaduto. Questa non è politica, ma teppismo da strada”.

E poi assicura: “Stiamo già lavorando con la polizia locale per cercare di rintracciare i responsabili e sarà fatta denuncia, al momento contro ignoti”.

leggi anche
manifesto novax albenga
Messaggio shock
Albenga, manifesto: “Vaccini e guerra sono bombe per ucciderci”. Ciangherotti: “Allucinanti”. Comune: “Già segnalato”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.