Progetto

Savona, gli adolescenti si raccontano attraverso l’arte: manifesti in via Paleocapa e piazza del Popolo

Il vicesindaco Di Padova: “Uno spaccato molto interessante di come, ad esempio, i ragazzi hanno vissuto la pandemia, la DAD e di come vedono Savona"

Porgetto scuole Savona manifest

Savona. L’arte, gli adolescenti, la città. Sono gli ingredienti del progetto ‘Osservatorio Contemporanea’ dell’artista Sara Leghissa a cura dell’Associazione culturale Après La Nuit che è stato presentato questa mattina nella Sala Rossa del Comune.

“E’ un progetto in cui il Comune ha creduto, perché mette al centro gli adolescenti,  grazie anche alla disponibilità dei dirigenti scolastici che hanno accolto gli artisti e li hanno fatti lavorare con i ragazzi – ha spiegato nel corso della conferenza stampa il vicesindaco e assessore alle Politiche Educative, Elisa Di Padova – Ne è uscito uno spaccato molto interessante di come, ad esempio, i ragazzi hanno vissuto i mesi della pandemia, la DAD, di come vedono Savona, di come si concepiscono all’interno della società attraverso forme artistiche e anche quando è necessario di ‘rottura’. Ringrazio tutti i soggetti che hanno preso parte a questo interessante progetto, dall’associazione culturale Après La Nuit, alla Fondazione De Mari, agli istituti scolatici e, naturalmente agli artisti che faranno rivivere, in una sorta di finissage del progetto artistico, Palazzo Della Rovere”. 

Nel mese di aprile 2022 gli artisti ospiti hanno realizzato laboratori ed incontri con gli studenti degli Istituti Superiori coinvolti nel progetto. Dal 23 maggio i muri della città saranno invasi dai manifesti realizzati nel workshop di Sara Leghissa e Maddalena Fragnito, che daranno voce ai ragazzi, con frasi emerse durante le conversazioni. Il 1 giugno, nel cortile di Palazzo Santa Chiara, presenteremo la restituzione pubblica degli esiti dei tre workshop e la performance di Sara Leghissa.

Osservatorio Contemporanea è un laboratorio permanente che nasce dalla nostra esperienza educativa – hanno spiegato i rappresentanti di Après la Nuit – maturata nel mondo della scuola e dei musei, mette in relazione arte e formazione con attività che coinvolgono e avvicinano i ragazzi ai linguaggi della contemporaneità, attraverso il confronto diretto e la condivisione di pratiche con protagonisti della ricerca artistica, proponendo un’inedita e critica rilettura del presente e del territorio. L’intento è di offrire occasioni culturali alle nuove generazioni e presentare alla città un progetto che individua nell’arte e nel suo agire nel contemporaneo uno strumento di mappatura, analisi e azione,  in grado di fornire nuove chiavi di lettura del mondo e della società.
Il focus della nostra progettazione sono gli adolescenti che sono stati coinvolti, attraverso la collaborazione con gli Istituti Superiori della nostra città, in progetti di formazione e PCTO (Percorsi per le Competenze Trasversali e l’Orientamento) con una particolare attenzione ai linguaggi contemporanei, artistici, performativi, multimediali”.

Il progetto è realizzato in collaborazione con l’Assessorato alla Pubblica Istruzione e Formazione del Comune di Savona, Liceo Chiabrera Martini e ISS Mazzini da Vinci di Savona e con il sostegno della Fondazione De Mari.

Porgetto scuole Savona manifest
Più informazioni

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.