Playoff

La Rari Nantes Savona gioca alla pari con la Pro Recco, i biancorossi cedono solo nel finale: 7-9

La formazione allenata da Angelini arriva a condurre 6-4, poi i biancocelesti ribaltano il risultato con un parziale di 4 a 0 tra terzo e quarto tempo

Carige R.N. Savona (ITA) vs Montpellier Waterpolo (FRA)

Savona. L’AN Brescia, soffrendo, si è imposta per 14 a 13 ai rigori in casa della Pallanuoto Trieste, portando la semifinale alla bella, che si giocherà mercoledì 18 maggio.

L’altra sfida, tra Savona e Pro Recco, vede gara 2 andare in scena questa sera alla Zanelli. La squadra allenata da Sukno, vittoriosa 14-6 all’andata, cercherà di chiudere i conti per poi concentrarsi sulla finale che scatterà sabato 21; i biancorossi cercheranno l’impresa di aggiudicarsi almeno un capitolo del derby. Prima di oggi, il bilancio stagionale è di 4 a 0 per i recchelini.

La cronaca. L’inizio della partita viene posticipato alle 20,55 per ragioni televisive.

Alla Rari manca Rizzo, espulso all’andata, squalificato.

Prima palla al centro al Savona; Bruni mette in rete ma l’azione non è regolare.

Zalanki conclude a rete, Massaro respinge, riprende Aicardi riprende e mette in rete. 0 a 1 dopo 1’34”.

Immediata la replica della Rari con Fondelli che inganna il portiere e insacca il pallone dell’1 a 1 dopo 1’59”.

Bertoli e Zalanki vanno nel pozzetto. Doppia superiorità per i locali e Iocchi Gratta realizza. 2 a 1 a 2’52”.

Fallo grave di Vuskovic per una manata a Echenique. Figlioli si accentra e va a segno. 2 a 2 a 3’24”.

Fallo grave di Presciutti. Palla da Fondelli al centro per Rocchi che la spinge in rete. 3 a 2 a 3’58”.

Espulso Campopiano per fallo su Aicardi, ma gli ospiti commettono fallo in attacco.

Secondo fallo grave di Presciutti. Conclude Molina, traversa. Controfuga, Massaro accenna un’uscita ed Echenique lo supera con un pallonetto. 3 pari quando mancano 62 secondi alla fine del primo tempo.

Bruni prende fallo il grave di Bertoli. Fondelli attira su di sé un difensore e serve Campopiano che brucia Del Lungo sul secondo palo ed è ancora vantaggio per la Rari: 4-3 a 25″ dal termine.

Secondo tempo. Palla al centro preda di Figlioli. Fallo in attacco di Ivovic.

Un paio di parate di Massaro tengono il Savona avanti. La Rari difende in maniera aggressiva e nuota a gran ritmo.

Aicardi al centro guadagna l’espulsione di Vuskovic, ma la difesa locale regge ancora bene.

Nuova superiorità numerica per la Pro Recco e ci pensa Di Fulvio a sbloccare i suoi, con un tiro leggermente deviato che inganna Massaro. 4 a 4 a 4’07”.

Interferenza di Rocchi, espulso. Anche Urbinati va nel pozzetto. Tira Zalanki, Iocchi Gratta intercetta e sventa l’azione.

Patchaliev intuisce un passaggio e riparte portando palla a gran velocità, serve Bruni che va a segno. 5 a 4 a 57″ da metà gara.

All’intervallo Sukno striglia i suoi giocatori, deluso dalla loro prestazione. Terzo tempo. Nel primo minuto di gioco Aicardi serve bene che Younger che spara sulla traversa.

La Rari ci prova con Caldieri da posizione quattro, para Del Lungo. Massaro si distende in una gran parata su Echenique.

Savona per la prima volta avanti di 2. Merito di Patchaliev con un bel tiro da posizione due. 6 a 4 a 2’15”.

La Pro Recco si riporta subito in scia. Espulso Iocchi Gratta. Potente tiro di Echenique che segna il 6 a 5 a 2’55”.

Massaro è abile ad uscire su Hallock per impedirgli di concludere. Il pareggio però arriva, in superiorità per l’espulsione di Caldieri, dopo un time-out di Sukno. Lo realizza Aicardi. 6 a 6 a 5’31”.

Cannella nel pozzetto, conclude Vuskovic ma Ivovic devia sul fondo. Fondelli ci prova con una beduina dalla distanza e sfiora il palo.

A 32″ dall’ultimo intervallo Angelini chiama time-out. I biancorossi però non arrivano al tiro.

Quarto tempo. Palla al centro di Figlioli, con Fondelli nel pozzetto. Si torna a uomini pari, gran parata di Massaro.

Fallo grave di Rocchi su Aicardi. Massaro con la testa e poi deviando sul palo salva la sua porta.

Espulso Zalanki. Angelini chiama a raccolta i suoi per organizzare l’azione con l’uomo in più. Conclude Molina, palla sul fondo.

Sulla ripartenza lo stesso spagnolo commette fallo grave. La Pro Recco torna avanti con la rete di Younger. 6 a 7 a 3’15”.

Potente tiro di Echenique, Massaro para e poi allontana il pallone prima che entri in porta.

Uomo in più per la Rari, fallo grave di Di Fulvio, ma Del Lungo riesce a respingere il tentativo di Bruni.

Il capitano Ivovic da posizione tre realizza il più 2. Punteggio di 6 a 8 a 2’17” da giocare.

Espulso Bertoli, palla al centro per Iocchi Gratta che tiene viva la partita. 7 a 8 a 100 secondi dalla sirena.

Con Patchaliev nel pozzetto, Younger scaglia in porta il pallone del 7 a 9 a 1’03” dal termine.

Anche Massaro in attacco, ma i due tiri di Fondelli non vanno a buon fine.

Sukno chiama time-out a 24″ dalla sirena. Finisce col successo della Pro Recco per 9 a 7, ma i biancorossi escono tra gli applausi per aver tenuto testa fino alla fine alla squadra più forte d’Italia, nonostante l’assenza del capitano Rizzo.

I biancocelesti, a partire da sabato prossimo, giocheranno la finale per lo scudetto; la Rari Nantes Savona disputerà la finale per la terza posizione, che metterà in palio un posto in Champions League.

Afferma Matteo Iocchi Gratta: “Mi spiace perché abbiamo fatto una grande partita e costretto i campioni d’Europa in carica a seguire il nostro ritmo. Ora abbiamo questi cinque giorni per prepararci e giocarci l’accesso ai preliminari di Champions League. Stiamo tutti bene quindi ci proveremo fino all’ultimo”.

Il tabellino:
Carige Rari Nantes Savona – Pro Recco 7-9
(Parziali: 4-3, 1-1, 1-2, 1-3)
Carige Rari Nantes Savona: Massaro, Rocchi 1, An. Patchaliev 1, Vuskovic, Molina Rios, Urbinati, Caldieri, Bruni 1, Campopiano 1, Fondelli 1, Iocchi Gratta 2, Maricone, Da Rold. All. Alberto Angelini.
Pro Recco: Del Lungo, F. Di Fulvio 1, Zalanki, Figlioli 1, Younger 2, Bertoli, Presciuti, Echenique 2, A. Ivovic 1, Cannella, Aicardi 2, Hallock, Negri. All. Sandro Sukno.
Arbitri: Alessia Ferrari (Genova) e Alessandro Severo (Roma). Delegato Fin: Gianluca Fassino (Torino).
Note. Usciti per tre falli: Bertoli nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Savona 4 su 10, Pro Recco 6 su 13.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.