Football americano

Pirates, traguardo storico: raggiunti i playoff di Seconda Divisione fotogallery

Battendo i Sentinels Isonzo per 28 a 23, la squadra di coach Alfredo Giuso Delalba porta il proprio score stagionale sul 4-2

Football americano: Pirates vs Sentinels
foto Angelo Ciani

Albisola Superiore. Al loro secondo anno in Seconda Divisione i Pirates vincono contro gli agguerriti e mai domi Sentinels Isonzo, l’ultima partita di regular season aggiudicandosi la division ed il conseguente accesso ai playoff, con il diritto di giocare in casa il quarto di finale. Un risultato storico per la franchigia del presidente Giacchello che dal lontano 1984, anno della disputa del suo primo campionato di football americano in Serie B, non era mai approdata ai playoff in A2 o, con il nome attuale, seconda divisione.

Un risultato che parte da lontano. Prima con la posa del campo in sintetico nel 2016 e la successiva gestione dell’impianto comunale di Luceto che ha permesso una programmazione degli allenamenti più capillare e concreta, dando anche la possibilità a tutte le squadre dei Pirates di avere un proprio spazio di allenamento e con la successiva creazione della sala di muscolazione con l’ingresso nello staff tecnico dei due preparatori atletici Simone Capelli e Dario Petrosino, che hanno portato una preparazione fisica più moderna e adatta al football americano.

Ma il vero salto di qualità c’è stato con l’arrivo del capo allenatore, nonché responsabile di tutta l’area tecnica, Alfredo Giuso Delalba, che ha portato grande esperienza ed ha dato una motivazione in più ai giocatori con una programmazione mirata, nuovi metodi di allenamento e nuovo sistema di gioco, ma soprattutto, ha dato ampio spazio ai suoi collaboratori, facendo crescere oltre che i giocatori, tutto il suo staff tecnico.

La partita di domenica è stata un turbinio di emozioni, una partita tirata come una finale, contro un avversario tosto, sempre rimasto attaccato ai Pirates, che hanno dato prova di grande maturita e sangue freddo. Una partita completamente diversa da quella dell’andata, dove i liguri avevano di fatto annichilito gli avversari con un perentorio 28 a 7. Ma il coaching staff pirata sapeva che gli isontini sarebbero scesi in Liguria decisi a vendicare la sconfitta e soprattutto, determinati alla vittoria che voleva dire, anche per loro, accesso ai playoff.

Davanti ad un folto e rumorosissimo pubblico accorso in forze per tifare Pirates, con in tribuna gradito ospite anche il sindaco del Comune di Albisola Superiore, Maurizio Garbarini, dopo il coin toss fatto dalla squadra junior flag Under 13, fresca di qualificazione alle finali nazionali di categoria, i pirati partono in attacco. Partono subito fortissimo i pirati. Primo possesso ed è subito touchdown. Lancio preciso del #1 Burato per il#15 Di Falco, che riceve in end zone. Trasformazione di #2 Raffaelli tra i pali. Pirates 7 Sentinels 0.

Una serie di calci di allontamento (punt) per entrambi gli attacchi, poi la difesa pirata decide di mettere anche lei punti a tabellone con un intercetto del suo uomo migliore # 17 Aboulaye che con un ritorno di 56 yds, riporta l’ovale in meta. Raffaelli sempre preciso trasforma. Pirates 14 Sentinels 0.

Sembrerebbe un pomeriggio tranquillo ma mai dare per finiti i Sentinels. Un buon drive di oltre 50 yds, i giuliani percorrono tutto il campo e vanno a segnare con il #99 Sy che riceve un preciso pass di 30 yds da Arduini. Trasformazione tra i pali. Pirates 14 Sentinels 7.

Nel secondo quarto, la offense ligure si disunisce, complice anche gli aggiustamenti della difesa isontina, e non riesce a muovere la catena. Anzi, peggiora la situazione e subisce un intercetto sulle proprie 15 yds. Un regalo per la offense Sentinels. Ma la difesa pirata “the black wall” si erge a muro e contiene i danni concedendo solamente un field goal. Pirates 14 Sentinels 10.

Scampato il pericolo, l’attacco si risveglia e sull’asse Burato, Di Falco, Ruta, costruisce il drive che porta nuovamente in meta il #15 Di Falco oggi “on fire”, che riceve un altro ottimo pass dal suo quarterback #1 Burato. Trasformazione tra i pali dell’implacabile Raffaelli. Pirates 21 Sentinels 10.

La difesa ligure stronca ogni velleità della offense avversaria, ma qui i Pirates, invece di chiudere la partita, sprecano le opportunità per aumentare il loro vantaggio, prima sbagliando un field goal facile dalle 30 yds e nel successivo drive, Burato si fa intercettare sulle 7 yds avversarie. Fine primo tempo.

Il terzo quarto rimane a mete inviolate e si entra cosi nell’ultimo quarto. I Sentinels non mollano e accorciano le distanze sull’asse Arduini-Brandolin, ma la successiva trasformazione viene bloccata. Pirates 21 Sentinels 16.

Ora è solo un possesso che divide le due squadre. Ma ci pensa la offense ligure, questa volta con un serie di corse efficaci di #1 Burato e #44 Leoni, che portano la palla fino alla red zone avversaria. Qui è lo stesso #1 Burato che con una breve corsa sigla. Trasformazione tra i pali. Pirates 28 Sentinels 16.

Ma, come dicevano, mai dare per finiti i giuliani. Mancano oramai una manciata di minuti. Ottimo drive che li porta in meta con un altro ottimo passaggio di Arduini per Brandolin. Trasformazione tra i pali. Pirates 28 Sentinels 23.

I Sentinels tentano un onside kick che viene però prontamente ricoperto dal #81 Prosetti che riconsegna la palla al suo attacco. Il coaching staff ligure gioca di conserva e si affida alle corse, per mangiare il tempo. Chiude due primi down e la partita finisce.

Pirates primi del girone dopo una incredibile rimonta da 0-2 a 4-2 e quindi meritatamente ai playoff. Onore ai Sentinels che, chiamati ad un’impresa disperata, hanno messo in campo tutta la determinazione ed il coraggio per compiere il miracolo, ma contro questi pirati era impossibile.

Adesso i Pirates attendono l’ultimo turno di campionato, dove si deciderà la loro avversaria del 29 maggio a Luceto per il quarto di finale del campionato italiano di Seconda Divisione Fidaf.

Altre ottime notizie dalle squadre impegnate nei rispettivi campionati di flag football, ovvero senza contatto. Sia la squadra femminile senior insieme alla squadra junior maschile Under 13 si sono qualificate per le finali nazionali di Grosseto, in programma dal 2 al 4 giugno. Mentre la Under 15 sta attendendo gli ultimi risultati degli altri gironi per poter essere qualificata anch’essa alle finali.

Un risultato storico per il team albisolese-savonese che vede premiate la capacità dei suoi tecnici, la validità dei suoi programmi e la sua storia, che dura oramai da quaranta anni.

Più informazioni

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.