Dubbio

Ospedale Albenga, Tomatis (FdI): “Sansa poteva presentare un ordine del giorno, ma forse aveva paura del voto”

Nei giorni scorsi il consigliere regionale di minoranza aveva presentato una interrogazione sull'ospedale ingauno. Critiche dall'esponente di albenganese di Fratelli d'Italia

roberto tomatis ospedale albenga

Albenga. “In Regione va in scena il siparietto di Ferruccio Sansa. Presenta un’ interrogazione sull’ospedale di Albenga. Aveva forse paura che se avesse presentato un ordine del giorno non lo votava la minoranza?”. Lo dice in una nota Roberto Tomatis, capogruppo di Fratelli d’Italia in consiglio comunale ad Albenga.

Che ricorda: “Proprio il consigliere regionale due mesi fa sfilava con la sinistra e il sindaco Riccardo  Tomatis  in corteo per il centro albenganese, ma in Regione assume un atteggiamento ben diverso, più attento alle strategie politiche. Sappiamo bene che proprio la sinistra difende il futuro dell’ospedale Santa Corona di Pietra Ligure dove arriveranno i 148 milioni di euro promessi da Toti. Sansa con quella interrogazione ha incassato una risposta scontata che il ponente savonese sapeva da mesi: Toti ha ribadito che per Albenga non verrà riaperto il pronto soccorso”.

“Caro Sansa se hai a cuore la salute degli Albenganesi  presenta un ordine del giorno che impegna il presidente Toti al raddoppio del Santa Maria di Misericordia con la riapertura del Pronto Soccorso,  non una banale interrogazione  perché la sanità nel ponente è una cosa seria”, conclude Tomatis.

leggi anche
ospedale di albenga
Intenzioni
Albenga, Sansa: “Tra privatizzazione e ridimensionamento il centrodestra non vuole difendere l’ospedale”
Ospedale Albenga
Criticità
Ospedale Albenga, Ciangherotti: “Comitato ossessionato da Toti, ma in Italia è crisi di medici nei Ps”
Distilo Tomatis Albenga
Attacco frontale
Ospedale Albenga, Distilo tuona: “Nessun documento inviato in Regione. Il sindaco mente alla città”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.