Risposta

Ospedale Albenga, Tomatis: “Distilo non sa cosa vuol dire lavorare insieme per il bene comune”

Il sindaco di Albenga replica al consigliere Distilo rispetto alla "convocazione" del presidente della Regione Giovanni Toti per discutere del futuro dell'ospedale

Distilo Tomatis Albenga

Albenga. Il sindaco di Albenga, Riccardo Tomatis, replica al consigliere Diego Distilo rispetto alla “convocazione” del presidente della Regione Giovanni Toti per discutere del futuro dell’ospedale ingauno.

“Come amministrazione ci stiamo muovendo da diverso tempo, con il supporto di tutti i livelli istituzionali e dell’insostituibile sostegno del comitato spontaneo pro ospedale, sia attraverso iniziative pubbliche che istituzionali, spesso senza fare clamore, per il nostro ospedale e la tutela del diritto alla salute dei cittadini del nostro territorio. Il consigliere Distilo probabilmente non si è adeguatamente informato su quello che è stato fatto e quindi non sa, tra le altre cose che, oltre alla richiesta del piano sanitario e di un incontro con il presidente Toti, la segreteria del sindaco ha sempre inoltrato alla Regione le delibere approvate riguardanti il tema Ospedale così come previsto dal dispositivo”.

Chiarisce poi il sindaco Tomatis raggiunto dalla notizia delle ultime esternazioni di Distilo proprio mentre si stava recando a Savona dove ha incontrato l’ex ministro della sanità Lorenzin cogliendo l’occasione della sua presenza in città per ottenere chiarimenti e per chiedere collaborazione per il futuro: “Forse il consigliere Distilo non si è accorto che l’ex sindaco Giorgio Cangiano fa parte attivamente nel gruppo di lavoro (composto da amministratori e rappresentanti delle associazioni del territorio) pro ospedale e, quindi, è impegnato in prima persona con tutti Noi in questa battaglia.

“Distilo probabilmente non sa cosa vuol dire lavorare insieme per il raggiungimento di un obiettivo rappresentato dal bene comune e per questo si esprime in questo modo. Se poi il suo intento invece è esclusivamente quello di attaccarmi, beh allora: missione fallita. Per l’ospedale di Albenga stiamo lavorando in piena sinergia e tutti insieme e, per questo vorrei cogliere l’occasione per ringraziare, non solo Giorgio Cangiano per il suo impegno, ma tutti coloro che, dall’inizio, hanno dedicato tempo, risorse e fatica per la tutela dell’ospedale di Albenga”.

“Distilo ha poi dimenticato, probabilmente, che la commissione sanità, da lui stesso presieduta, è stata istituita proprio per la tutela dell’ospedale Santa Maria di Misericordia. Forse, però, oggi Distilo, che ha sostenuto Toti alle passate regionali e, di fatto ha contribuito alla sua elezione, si trova in difficoltà. Non sbandiera più, infatti, come ha fatto invece fino a poco tempo fa quando era in maggioranza, lo strumento della commissione sanità quale quello più idoneo a trattare l’argomento, ma invoca la conferenza dei sindaci di cui non fa parte o altri mezzi per non dover prendere posizione”.

“Possiamo capire che, ora che lo scontro si è fatto più duro, Distilo faccia fatica a schierarsi con la città (con la quale come amministrazione stiamo condividendo scelte e decisioni) a difesa del proprio ospedale e contro la politica di Toti che invece, al netto delle scelte di facciata, continua evidentemente a sostenere, ma forse non dovrebbe cercare di minare, per fortuna inutilmente, gli sforzi che altri stanno facendo a tutela di un intero comprensorio”.

leggi anche
Ospedale Albenga
Criticità
Ospedale Albenga, Ciangherotti: “Comitato ossessionato da Toti, ma in Italia è crisi di medici nei Ps”
Riccardo Tomatis Albenga sindaco generica
Replica
Ospedale Albenga, il sindaco Tomatis replica a Distilo: “Mente e scredita il lavoro degli uffici comunali”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.