Senza peli sulla lingua

Matteo Solari torna a parlare dopo la separazione con il Vado: “Ringrazio la società, peccato per il clima di tensione che è andato a crearsi”

L'ex tecnico rossoblù ringrazia ma precisa: "Sono sicuro di aver contraccambiato la loro fiducia, certe situazioni potevano essere gestite meglio"

Vado Vs PDHAE

Vado Ligure. Settimana scorsa è stata data la notizia della non prosecuzione del rapporto tra il sodalizio rossoblù e Matteo Solari. Dopo alcuni giorni di riflessione, ieri è arrivata una nuova ufficialità: il prossimo allenatore del Vado sarà Marco Didu, ex Borgosesia e Chieri.

Solari non ha fatto male, anzi, gli obiettivi sono stati centrati e si è vista una squadra sempre più organizzata. Tuttavia, la scelta della società del presidente Tarabotto è irrevocabile e, tra i vari dubbi stagionali, ora è definitiva.

Oggi è tornato a parlare della sua esperienza, commentandola a 360° e soprattutto senza peli sulla lingua. L’inizio di stagione è stato subito ricco di novità: “L’anno scorso la società si è ristrutturata cambiando delle figure per cercare di aprire un ciclo più equilibrato da un punto di vista tecnico e organizzativo. Luca Tarabotto e Gianluca Olivieri hanno costituito una nuova struttura: dallo staff tecnico a quello fisioterapico. Non sapendo la categoria in cui ci saremo ritrovati, abbiamo iniziato a costruire una squadra per vincere l’Eccellenza. Con il ripescaggio ovviamente la società ha agito di conseguenza sul mercato”.

Che tipo di bilancio si può trarre? Solari non ha alcun dubbio: “Facendo 48 punti e salvandosi con tranquillità direi che il Vado abbia concluso un grande campionato. Nel girone di ritorno abbiamo fatto tanti punti nonostante altrettanti problemi che non abbiamo mai sottolineato, lavorando sempre facendo gruppo”.

Già a gennaio il tecnico era stato messo in discussione dopo un momento di grande difficoltà e sfortuna, con i risultati che non arrivavano. Una situazione che ha destato un po’ di sconforto alla squadra, ma che poi ha saputo rialzarsi: “Nel periodo delle cinque sconfitte di fila abbiamo avuto tanti casi di COVID, oppure stavano iniziando il periodo di guarigione, quindi siamo stati costretti a giocare con tanti ragazzi giovani. Ci è mancata un po’ di tranquillità in quei momenti della stagione, sentendoci trovare qualche problema anche quando non era il caso. Noi dovevamo fare meglio, però le situazioni ci davano contro. Dopodiché abbiamo fatto tre vittorie consecutive e ci siamo rilanciati per la salvezza”.

Un problema di “equilibrio” quindi quello dell’ambiente rossoblù: “Ci sono stati momenti di grande felicità, ma anche di grande scoramento e di questo mi dispiace: il Vado è una grande società e bisognerebbe cercare di avere un po’ più di equilibrio, sia nelle vittorie e sia nelle sconfitte. Anche nei giudizi ci vorrebbe più calma, ma è andata così. Sono soddisfatto di quello che hanno fatto i ragazzi e del mio staff: ho fatto tesoro delle cose fatte bene e degli sbagli, perché quando una persona fa la schedina il giorno dopo non sbaglia mai”. 

E questo pesava inevitabilmente sul morale: “Si percepiva un clima non serenissimo con tanta pressione. Ci saremo dovuti sedere a parlare di tante cose, non avendo la sicurezza comunque che il nostro percorso sarebbe continuato in qualsiasi caso. Mi spiace perché quest’anno, se si fossero trovate le condizioni sia da parte mia e sia dalla società, si sarebbe partiti da un anno di lavoro fatto anche di incomprensioni, discussioni e chiarimenti, ripartendo poi dalle certezze acquisite per trovare i presupposti per partire con una situazione migliore”.

Ma Matteo Solari è grato ugualmente del percorso che ha potuto svolgere in quel del Chittolina, con un po’ di amaro in bocca ma senza alcun rimpianto: “Ringrazio il Vado per avermi dato questa possibilità, sono sicuro di aver contraccambiato la loro fiducia con il risultato che era stato chiesto, contribuendo anche alla crescita della società. Spero di ritrovare una sistemazione a breve, se così non fosse vedremo cosa succederà”.

leggi anche
Matteo Solari
Separazione
Finisce l’esperienza di Matteo Solari al Vado: è rottura tra lui e la società
Generico maggio 2022
La scelta
Calcio, il Vado ha il suo nuovo allenatore: Marco Didu

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.