Inaugurazione

Ceriale a misura di disabile, il piano di interventi: ecco i cartelli stradali realizzati dagli studenti

Nella sala consiliare gli studenti del Ferraris-Pancaldo: il progetto-guida per l’eliminazione delle barriere architettoniche

Ceriale. Una località accessibile e fruibile a 360 gradi, anche per persone con disabilità: questo uno dei punti programmatici dell’amministrazione comunale di Ceriale, che questa mattina ha inaugurato i nuovi cartelli, realizzati dagli studenti dell’istituto Ferraris-Pancaldo, per il parcheggio riservato ai disabili.

Dopo l’aumento dei park destinati alle persone con disabilità varato con il nuovo piano parcheggi del Comune, così come aver condotto interventi di accessibilità e fruibilità delle spiagge – maggiori zone di sosta e servizi sensoriali, ora un altro progetto nella direzione di inclusione sociale che vede protagonisti i giovani.

Grazie alla collaborazione tra la scuola superiore savonese e l’amministrazione comunale, sugellata con uno specifico protocollo d’intesa, gli studenti della 4E, del corso di grafica e comunicazione sono stati gli attori principali della realizzazione finale degli elaborati, preceduta da una fase di preparazione sugli aspetti legislativi, nel segno di una forte sensibilità e senso civico.

Adesso i cartelloni creati dai ragazzi sono stati trasformati in cartelli stradali per i parcheggi dedicati ai disabili, questo con le risorse stanziate dalla giunta comunale.

Un’altra iniziativa che si unisce, appunto, all’attuazione del PEBA (Piano di eliminazione delle barriere architettoniche), strumento guida per la rilevazione degli ostacoli e delle barriere architettoniche e quindi per tutti quei micro-interventi necessari per una piena accessibilità.

Per quanto riguarda le risorse da mettere in campo si prevede un accantonamento di una quota non inferiore al 10% dagli oneri di urbanizzazione.

Il piano, che era stato approvato dal Consiglio comunale, si indirizza su spazi pubblici che necessitano di interventi di adeguamento sulla base dei seguenti principi: le barriere architettoniche e localizzative sono tutti quegli ostacoli che impediscono o limitano la percezione, la riconoscibilità, l’orientamento, la comunicazione, l’utilizzo di oggetti e l’accessibilità degli ambienti in modo sicuro ed autonomo da parte dell’utenza, qualunque sia la condizione fisica o mentale della stessa; gli edifici pubblici o ad uso pubblico sono strutture dislocate sul territorio, che producono o forniscono servizi utili alla soddisfazione delle necessità della popolazione, per le quali si deve garantire la completa accessibilità al fine del miglioramento della qualità della vita di tutti gli utenti.

ceriale disabili

“Si tratta di un altro tassello dopo il PEBA (Piano di eliminazione delle barriere architettoniche), da poche settimane approvato in Consiglio Comunale” ha dichiarato il sindaco cerialese Luigi Romano, intervenuto in video collegamento all’inaugurazione.

Nell’intervento del primo cittadino cerialese lo spunto iniziale è arrivato da un discorso del presidente della Repubblica Sergio Mattarella: “… Garantire la Costituzione (tra l’altro) significa rimuovere ogni barriera che limiti i diritti delle persone con disabilità. La garanzia più forte della nostra Costituzione consiste, peraltro, nella sua applicazione. Nel viverla giorno per giorno… Ecco, quel “giorno per giorno” legato alla disabilità comprende soprattutto la percezione delle difficoltà di quando ci si trova di fronte alle tante barriere di ogni tipo che non permettano una vita piena a chi ha una disabilità…”.

“Partendo da questo principio l’impegno dell’amministrazione in questo campo, con significative azioni per la disabilità e l’accessibilità: sappiamo che c’è ancora da migliorare e intervenire sul fronte degli spazi pubblici e dei servizi, ma il percorso è avviato e porterà a risultati concreti per la nostra comunità”.

ceriale disabili

“Abbiamo effettuato e stiamo facendo diversi interventi: ad esempio, nei mesi scorsi sono stati installati nel nostro istituto scolastico due nuovi montascale che consentono un completo accesso a tutti i servizi delle scuole. Stiamo intervenendo nei parchi gioco per bambini con l’introduzione di giochi inclusivi. Stiamo inoltre programmando ulteriori interventi che si rifanno allo stesso PEBA comunale”.

“La politica deve dimostrare nei fatti e non solo a parole la vicinanza ai problemi dei cittadini e fare in modo di risolverli o perlomeno impegnarsi e lavorare seriamente per limitare le ingiustizie sociali, i soprusi ai danni delle persone più fragili e permettere a tutti i cittadini il riconoscimento delle Pari Opportunità”.

“Ed è proprio in questo contesto che si inserisce l’iniziativa ed il lavoro che gli studenti della 4E del corso di grafica e comunicazione dell’Istituto Ferrari/Pancaldo hanno eseguito. Non posso quindi che ringraziare il Ferraris-Pancaldo, la dirigente, l’arch. Deborah Ballarò, la dott.ssa Marchisello, responsabile della comunicazione dell’Istituto, e soprattutto gli studenti che si sono impegnati in questo innovativo progetto dall’alto valore inclusivo e partecipativo. Questa inaugurazione rappresenta un segnale importante di ripartenza e rilancio della stessa socialità, che non può che vedere in prima linea le nuove generazioni”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.