Tempo di bilanci

Calcio, il Finale chiude bene l’annata col Canaletto. Buttu sul suo futuro: “Tutto da vedere, quello che conta è lasciare sempre qualcosa di importante”

Il tecnico ingauno si gode i propri giovani: "Vierci ha segnato da grandissimo attaccante. Orgoglioso di Debenedetti, adesso viene il bello"

Finale. Al Borel i giallorossiblù riescono a spuntarla grazie alla rete al novantesimo di Gianni Vierci, il classe 2004 lanciato con costanza dello stesso Buttu.

La soddisfazione di quest’ultimo è tanta, sia per questo momento sia per l’intera stagione: “Sono contento per la prestazione di tutti i nostri giovani, che saranno sicuramente il futuro di questa società. Per me l’annata è stata straordinaria, visto che l’intero percorso è durato due anni nei quali sono stato orgoglioso di poterli guidare; ringrazio tutto il mio staff e la dirigenza, senza di loro questi capolavori non sarebbero mai stati compiuti”.

Per Debenedetti è stata l’ultima partita con il Finale, ora lo attenderà un futuro importante in vari settori giovanili di prestigio. Nell’attesa di scoprire dove si accaserà il classe 2003, il suo mister lo saluta così: “Mi auguro per lui che possa fare qualcosa di importante in altre squadre, se lo merita per il tipo di ragazzo che è”.

Un pomeriggio speciale anche per Vierci, che possa essere lui il suo successore? “Hanno due storie calcistiche differenti. Tuttavia, lo può essere perché è un ragazzo con una mentalità importante: con il lavoro e la perseveranza arrivi dove vuoi. Oggi ha chiuso l’anno con un grandissimo gol da attaccante vero, sono contento per lui e per tutti gli altri ragazzi: finire con 11 giovani titolari per quasi mezz’ora è gratificante”.

Infine, una domanda di rito visto il periodo: si rivedrà ancora Pietro Buttu sulla panchina del Finale? “Sono tantissimi anni che sono qua. Queste due stagioni sono state toste e importanti dal punto di vista umano, con una squadra intera che mi ha dato tantissimo. Dopo tutto questo bisogna staccare un po’ la spina e vedere, ma l’importante è lasciare un patrimonio di giocatori abbinati al risultato e alla crescita”.

leggi anche
Generico maggio 2022
Buona vita
Calcio, Finale. Vierci augura il meglio all’amico Debenedetti: “Mi hai trasmesso tanto, sei stato speciale”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.