Salute

Asl2, al via la settima edizione di “Update on Ischemic Stroke”: l’appuntamento il 28 maggio

In presenza e online esperti si confronteranno sullo stroke: le sue implicazioni cliniche, organizzative e gestionali

nuovo logo asl2

Savona. E’ giunta alla settima edizione “Update on Ischemic Stroke”, l’appuntamento che da sette anni riunisce a Savona importanti clinici e ricercatori da tutta Italia, per discutere insieme i molteplici temi legati allo Stroke.

Il 28 maggio, in doppia formula, ovvero in presenza l’Ordine dei Medici di Savona e simultaneamente in videoconferenza live, tramite piattaforma dedicata (www.medicalinkonline.it), esperti di fama nazionale e internazionale invitati dalla dottoressa Tiziana Tassinari, direttore della S.C. di Neurologia di Pietra Ligure, si confronteranno sullo “Stroke” e le sue implicazioni cliniche e anche organizzative e gestionali.

In un programma interdisciplinare, rivolto non solo al neurologo, ma anche al cardiologo, all’internista, al chirurgo vascolare e più in generale alla medicina d’urgenza, alla medicina del territorio, al medico di medicina generale, verrà affrontato lo stroke nella sua interezza, compresi gli elementi trasversali, dai fattori di rischio, alle comorbilità, con attenzione al paziente polipatologico e complesso, dando spazio all’integrazione con la cardiologia e agli elementi di condivisione.

Il focus iniziale sarà sulla gestione dello Stroke in Liguria, con una tavola rotonda che si concentrerà sull’organizzazione e i risultati raggiunti, in particolare nel ponente ligure ove, la provincia di Savona e quella di Imperia, vedono protagonisti cinque poli sinergici, che si confronteranno. Condivideranno esperienze con l’obbiettivo di stimolare riflessioni e confronti, ponendo l’attenzione sull’importanza del fattore “tempo di intervento nello stroke”.

Si parla di una patologia tempo dipendente dove il paziente deve essere portato il più rapidamente possibile nel pronto soccorso correttamente attrezzato per trattare la patologia. Il ruolo del Pronto Soccorso è cambiato completamente, quello che un tempo veniva effettuato da piccoli pronto soccorsi, il c.d. punto di primo intervento, ora viene effettuato dal 118, operazione che concede il tempo per trasportare il paziente in sicurezza nella struttura più adeguata.

Dal punto di vista clinico quest’anno tra gli argomenti cardine: nuove linee guida nello stroke in fase acuta, importanza della prevenzione in fase acuta, trombosi venose cerebrali, fattori di rischio come l’emicrania, rilevanza della terapia ipocolesterolemizzante ed infine si parlerà anche di trend di mortalità. La prevenzione e le terapie in fase acuta hanno migliorato molto la prognosi di questi pazienti , riducendo appunto i tassi di mortalità . E’ chiaro che c’è ancora molto lavoro da fare, ma , con una punta di orgoglio, possiamo dire che in Italia l’andamento è migliore rispetto ad altre nazioni.

Come sempre la stimolante formula del convegno punterà e consentirà un’interattività e un prezioso coinvolgimento della platea, dedicando ampio spazio alle domande e al confronto, che arricchiranno Faculty e partecipanti. Tra relatori e moderatori, importanti clinici liguri e lombardi, ma anche ricercatori dell’Università di Genova, dell’Università dell’Aquila, dell’Università La Sapienza di Roma. Il convegno, aperto solo ad addetti del settore conta ad oggi quasi 100 medici iscritti da tutte le regioni Italiane, grazie alla formula ibrida (residenziale con trasmissione live), testimoniando già da ora il grande interesse sugli argomenti trattati.

Più informazioni

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.