Attacco

Aromatica a Diano Marina, Ciangherotti: “Anche noi ingauni abbiamo diritto a una manifestazione simile”

"Capace di richiamare migliaia di persone e, nel contempo, di promuovere le nostre produzioni di eccellenza agronomica"

Eraldo ciangherotti

Albenga. “Nello scorso fine settimana sono stato a Diano Marina, dove era in corso Aromatica, la tre giorni dedicata alle erbe aromatiche. Ho constatato ancora una volta che moltissime aziende di Albenga, città leader nella coltivazione delle aromatiche, erano in mostra insieme ad espositori di prodotti enogastronomici albenganesi”. A dirlo è il consigliere comunale di Albenga Eraldo Ciangherotti.

“E, nel tendone dedicato alle experience e al racconto del territorio – prosegue il consigliere forzista -, ho visto una ‘eccellenza ingauna’, Stefano Pezzini, che raccontava e intervistava i protagonisti dell’agricoltura di Albenga, a cominciare da Marco Cappello con il laboratorio “La lavanda, profumi e colori”, a cura di RB Plant, al CeRSAA e il workshop sulle aromatiche e sul Progetto Filiera 4.0, ad altre indiscusse autorità vitivinicole della Piana”.

“Mi sono chiesto, retoricamente, perchè noi ingauni non abbiamo diritto ad una manifestazione simile, capace di richiamare migliaia di persone e, nel contempo, di promuovere le nostre produzioni di eccellenza agronomica. Bello Fior d’Albenga, bello il Palio dei Rioni, ma non sarebbe male anche bella un manifestazione che promuovesse le nostre eccellenze agricole, dai carciofi all’asparago, dalle zucchine ai pomodori, dai vini agli oli? Lo so, avendolo detto, non da oggi, io, non si farà nulla. Provinciali”, ha concluso.

Più informazioni

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.