Ci risiamo

“Alpini assassini e stupratori” e “Nessuna miniera”: percorso sul Beigua vandalizzato con scritte offensive e minacciose fotogallery

Frasi pesanti e insulti contro gli Alpini e contro la  possibile realizzazione di una miniera nel parco: la firma è il simbolo di una "A" cerchiata

Scritte Beigua

Liguria. Alpini assassini e stupratori” e “Nessuna miniera“. A nemmeno una settimana di distanza da quelle in centro a Varazze, nuove scritte infamanti sono comparse, questa volta sul Beigua. Alcune realizzate con spray nero, altre con spray viola.

Frasi pesanti e insulti contro gli Alpini, legate quasi certamente ai controversi e recenti episodi di Rimini, e contro la  possibile realizzazione di una miniera nel parco del Beigua.

Messaggi chiari la cui firma è il simbolo di una “A” cerchiata (certamente il simbolo più famoso di tutto il movimento anarchico), in un caso anche con una croce sottostante. Una brutta sorpresa per chi, ieri mattina, ha deciso di salire sul Beigua per una domenica di montagna e aria aperta.

L’atto vandalico non ha risparmiato i muri della Cappella degli Alpini, le panchine e nemmeno un’edicola votiva. La zona è quella di Pratorotondo, la strada quella che porta verso il Monte Rama e parte nelle vicinanze del rifugio.

Il luogo dove sono state realizzate le scritta scritte è denominato Cian Ferrettu, per via della presenza di pietre ricche di ferro.

“Estrema condanna di un gesto incivile che non ha niente a che vedere con il vero ambientalismo, – il commento di Ambrogio Giusto, presidente della Comunità Parco del Beigua che ha così stigmatizzato il gesto. – Era successo già in precedenza. Azione da condannare con fermezza, che non si deve ripetere”.

Solo una settimana fa, era lunedì, a Varazze, in pieno centro, erano comparse scritte contro il presidente della Regione  Giovanni Toti, i vaccini e il certificato verde, realizzate con vernice rossa e firmate da due “V” dentro un cerchio, simbolo che rimanda al gruppo complottista “Vivi Libero”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.