Follia

Alassio, prima una lettera anonima poi i bocconi avvelenati: “Hanno cercato di uccidere i nostri cani”

L’episodio questa mattina e la corsa dal veterinario: “Uno vomita sangue”. Qualcuno ha gettato polpette avvelenate nel giardino della villa dove vivono

Generico maggio 2022

Alassio. Un vero e proprio tentativo di avvelenamento contro 5 cani. È il contenuto di una denuncia che arriva da Alassio, dove due fratelli, Simone e Andrea Manzini, con la fidanzata Valentina, si sono trovati a fare i conti con un bruttissimo episodio e con una conseguente e imprevista corsa dal veterinario. 

È successo questa mattina, quando uno o più sconosciuti hanno gettato due polpette avvelenate nel giardino di una villa, situata in via Oleandri, dove vive la famiglia con 5 cani. Un gesto spregevole che ne segue un altro avvenuto circa un anno fa: l’invio di una lettera anonima e minacciosa. 

“Già un anno fa il mio fidanzato aveva ricevuto una lettera, scritta con una grafia stentata, con un primo avvertimento proveniente da un anonimo, probabilmente infastidito dall’abbaiare dei cani al passaggio delle persone, – hanno spiegato i proprietari. – Certo non possiamo essere sicuri che l’avvelenamento sia opera della stessa persona, ma è lecito il dubbio. La casa è protetta da una cancellata, ci sono le reti e l’area è privata. I nostri cani non hanno mai ‘sconfinato’ e quando escono vanno solo al guinzaglio”.

Generico maggio 2022

Quindi, il racconto di quanto accaduto oggi: “Questa mattina, ci siamo accorti che i cani stavano litigando per qualcosa e ci siamo subito resi conto che si trattava di due polpette, che dopo abbiamo scoperto contenere veleno per topi”.

Un intervento tempestivo, che non è però stato sufficiente ad evitare che uno dei cani ingerisse una porzione di una delle polpette. E le tristi conseguenze si sono manifestate molto presto. 

Generico maggio 2022

“Per fortuna siamo riusciti ad evitare che la ingerisse del tutto, ma da stamani sta vomitando sangue e quindi lo abbiamo portato d’urgenza dal veterinario per un controllo”, hanno spiegato ancora. 

Per fortuna al termine della visita, il cane è stato giudicato fuori pericolo ed ora è in ripresa: “Ma non sappiamo cosa fare da ora in poi: non possiamo lasciare i cani chiusi. Metteremo delle telecamere di vigilanza a protezione della casa”, hanno concluso i proprietari che, nel corso della giornata, andranno a sporgere denuncia ai carabinieri. 

Più informazioni

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.