Decisione

Accusato di aver occultato e distrutto scritture contabili: imprenditore 40enne assolto con formula piena

Il giudice del Tribunale di Savona Fiorenza Giorgi, al termine dell'istruttoria dibattimentale, ha pronunciato la sentenza di assoluzione

tribunale savona

Savona. A.B., imprenditore 40enne accusato di avere occultato o distrutto scritture contabili di una sua attività, è stato assolto con formula piena dal Tribunale di Savona.

Le corpose indagini della guardia di finanza avevano portato l’imputato a processo. Nelle sue conclusioni, l’accusa aveva chiesto una condanna a 1 anno e 6 mesi di reclusione per l’uomo.

Questa mattina il giudice del Tribunale di Savona Fiorenza Giorgi, al termine dell’istruttoria dibattimentale, ha pronunciato la sentenza di assoluzione.

Il difensore dell’imputato,  l’avvocato Alessandro Parino, ha espresso grande soddisfazione per la decisione: “Ho dimostrato che la condotta del mio assistito non ha integrato la fattispecie prevista e punita dal decreto legislativo 74/2000 – ha spiegato il legale savonese -, in quanto il volume d’affari della sua attività è stato agevolmente ricostruito, mancando quindi la volontà dolosa di evadere il fisco e di come non fosse in alcun modo provata alcuna condotta finalizzata ad occultare o distruggere fatture”.

“Sono felice che anche il Tribunale di Savona abbia finalmente intrapreso, in questo ambito, quanto statuito dalla Cassazione più recente, che fissa paletti ben precisi di rilevanza penale delle condotte affinché si possa arrivare a una sentenza di condanna in questa fattispecie”, ha concluso Parino.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.