Welcome to the legend

24H di Finale, Mondiale Solo Wembo: si conferma Cory Wallace, primo titolo per Chelsey Magness

Gli italiani Gaia Ravaioli e Marcello Ugazio concludono entrambi in seconda posizione nella propria categoria.

24H Finale
Il podio maschile

Finale Ligure. La 24H di Finale, alla sua 22ª edizione, ha ospitato per la terza volta il campionato del mondo della specialità 24H Solo, promosso dalla World Endurance Mountain Bike Organization in collaborazione con Blu Bike, la storica organizzazione della 24H di Finale sin dal 1999.

Il Mondiale Solo ha aperto il weekend di competizioni del Finalese, diventato leggenda in tuto il mondo. Un evento che raduna ogni anno migliaia di appassionati e invia una bellissima cartolina del territorio ligure e della provincia di Savona al mondo intero.

La gara si è corsa con un clima estremamente caldo con punte di 37° nel pomeriggio di sabato, che ha messo a dura prova i partecipanti provenienti dai cinque continenti.

Il pronostico è stato parzialmente rispettato con la conferma del campione in carica, il canadese del Team Kona Cory Wallace. Dietro di lui un incredibile Marcello Ugazio, al suo debutto nelle gare di endurance in mountain bike su un percorso selettivo come quello di Finale. Marcello ha dato filo da torcere al quattro volte campione del mondo canadese con una performance che ha entusiasmato il pubblico e scaldato l’atmosfera ancora di più, concludendo a pochi minuti di distacco al termine delle 24H. Sul terzo gradino del podio il giovane americano Will Loevner, vincitore del circuito nord americano Wembo nel 2021.

Nella categoria femminile la vittoria, prima della carriera, è andata all’americana Chelsey Magness che ha preceduto la campionessa in carica Gaia Ravaioli la quale ha sofferto qualche acciacco fisico causato dal caldo e difficoltà ad alimentarsi correttamente. Nonostante tutto Gaia è riuscita a stringere i denti e preceder all’arrivo l’ucraina Olena Novikova che ha completato il podio Elite femminile.

Clicca qui per consultare la classifica maschile.

Clicca qui per consultare la classifica femminile.

Finale si conferma come la “regina” delle 24H mondiali sia per il percorso, tecnico ed impegnativo, che per l’atmosfera unica che si respira sull’altopiano delle Manie, una delle aree sentieristiche di quella che è conosciuta nel mondo come una delle mecche dell’outdoor, la Finale Outdoor Region.

“Sono felice di avere conquistato il mio quarto titolo a Finale e faccio i complimenti a Marcello per avermi dato filo da torcere sino all’ultimo” afferma Cory Wallace. “Vincere a Finale è un sogno che si avvera, non avevo mai corso un mondiale Wembo e questo primo titolo ripaga i tanti sforzi che faccio per prepararmi alle competizioni endurance” gli fa eco Chelesey Magness.

La 24H prosegue oggi con la gara Team, con partenza alle 14, e si concluderà domani alla stessa ora. Gli appuntamento per tutti sono il concerto alle 21 di oggi e il Dj set al Toboga Stadium a partire dalle 22,30.

La notte di Finale sarà ancora illuminata dalle luci delle bici della 24H team che quest’anno ha anche una categoria dedicata anche alle bici a pedalata assistita, con un percorso dedicato per mettere alla prova anche gli “elettrici” sempre con lo spirito inclusivo che questo meraviglioso sport rappresenta.

wembo
wembo

I due vincitori

leggi anche
Torna la 24H of Finale
Leggendario
Torna la 24H di Finale per MTB: attesi oltre 2.000 bikers per tre giorni di gare
 24H di Finale
22ª edizione
24H di Finale: il Team Marchisio di Millesimo si conferma vincitore assoluto, tra le donne successo delle Monviso Bike Ago’s Angels

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.