Altre buone notizie

Salvata al Santa Corona e trasferita al Gaslini: la bimba caduta dal fasciatoio è fuori pericolo

Berarda Cagetti, il chirurgo che l'ha operata: "Questa mattina sarà trasferita in corsia, un grande grazie a tutti i medici ed infermieri che hanno lavorato a questo caso"

bambino ospedale generica

Pietra Ligure. Nella notte tra venerdì e sabato era caduta dal fasciatoio, provocandosi un ematoma intracranico. Ma grazie al tempestivo e attento lavoro del personale medico ed infermieristico dell’ospedale Santa Corona, la bimba di appena un anno è stata operata e salvata, prima di essere trasferita al Gaslini. Ed ora arrivano altre buone notizie: dopo tre giorni di monitoraggio ed esami nel reparto di Rianimazione dell’ospedale genovese, è definitamente fuori pericolo.

“Questa mattina sarà trasferita in corsia – rivela la dottoressa Bernarda Cagetti, il neurochirurgo che si è occupato del delicato intervento insieme alla dottoressa Sanfilippo e alla sua equipe – Siamo stati in constante contatto con la famiglia e il Gaslini, con cui c’è stata una collaborazione eccezionale, ci hanno informati che già ieri la bimba era sveglia, mangiava, giocava e riusciva a muovere tutte le parti del corpo, insomma è ufficialmente fuori pericolo”.

L’operazione non è stata per nulla semplice, come raccontato dallo stesso chirurgo a IVG.it. A rendere le cose complicate non solo l’età della paziente, ma anche il tempo in cui intervenire: “Di fronte a patologie di questo tipo – ci aveva spiegato Cagetti – bisogna intervenire nel minor tempo possibile, per evitare la morte del paziente”, sottolineando come non avrebbe mai permesso che la piccola fosse trasferita al Gaslini in elisoccorso: “Il rischio era troppo alto, dovevamo operarla subito”.

Una scelta che sicuramente ha dimostrato la professionalità e le capacità dell’equipe, oltre che un grande coraggio: al Santa Corona, infatti, si trattava del primo intervento di questo tipo su una paziente così piccola. E, quando si ha a che fare con i bambini, le accortezze sono diverse rispetto agli adulti. Anche per questo la “macchina” dell’ospedale pietrese si è mossa subito occupando oltre 20 addetti, tra medici ed infermieri.

E a loro va ancora una volta il ringraziamento della dottoressa Cagetti: “È vero sono stata io ad operarla, ma il merito è di tutti – dice – Non esistono ruoli inferiori, tutti sono ugualmente importanti”. Il chirurgo, che da 32 anni lavora al Santa Corona, ci tiene poi a complimentarsi con la sua equipe: “Personalmente vorrei ringraziare gli anestesisti e gli infermieri di sala che sono intervenuti. Purtroppo queste categorie sono allo stremo a causa della mancanza di personale, che non è colpa dell’azienda, ma ogni giorno dimostrano la loro estrema dedizione al lavoro. Pur essendo in pochi, non ci fanno mai mancare nulla e sono loro che ci permettono di portare avanti l’ospedale e di operare. Li ringrazio quindi per esserci sempre, sono molto felice di poter lavorare con professionisti di questo calibro”.

Complimenti che sono arrivati nei giorni scorsi anche da parte del sindaco di Pietra Ligure Luigi De Vincenzi e del consigliere delegato alla sanità pubblica e ai rapporti con l’ospedale Giovanni Liscio, oltre che dalla stessa Asl2 che ha parlato di “un’operazione straordinaria”. Un plauso rivolto a tutti coloro che quella notte si sono attivati o erano in turno e si sono occupati della bimba, a partire dal personale del pronto soccorso pediatrico che si è accorto in tempo della gravità della situazione: all’arrivo in ospedale, infatti, la piccola stava bene, poi però un repentino peggioramento e la decisione di effettuare una tomografia che ha permesso di evidenziare l’ematoma che stava comprimendo il cervello. Subito l’operazione, che è durata circa due ore, durante la quale è stato rimosso l’ematoma e chiusa l’arteria che lo aveva causato. Il rischio più grosso era l’insorgere di un’ischemia. Ma tutto è andato come sperato: alla paziente è stata salvata la vita ed ora è libera di poter giocare e divertirsi, come ogni bambino dovrebbe fare.

leggi anche
ospedale santa corona
Operazione straordinaria
Bimba di un anno cade dal fasciatoio, “miracolo” del Santa Corona per salvarla
dottoressa bernarda cagetti
Soddisfazione
Bimba di un anno salvata al Santa Corona, il chirurgo: “Ci siamo occupati di lei in 20, eccellente lavoro di squadra”
santa corona ospedale pietra generica
Emergenza-urgenza
Bimba salvata al Santa Corona, De Vincenzi e Liscio: “Altra dimostrazione di eccellenza sanitaria”
Santa Corona
Appello
Bimba salvata al S. Corona, la mamma a Toti: “Investire su questo ospedale, si tratta della vita delle persone”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.