Preoccupazione

Ospedale Albenga, sindaco Tomatis: “Urologia indispensabile anche per il Santa Corona”

Il reparto potrebbe essere trasferito ad Imperia

Riccardo Tomatis Albenga sindaco generica

Albenga.  Il reparto di urologia la cui apertura era prevista presso l’Ospedale Santa Maria di Misericordia, così come illustrato dal presidente e assessore alla sanità della Regione Liguria Giovanni Toti e dal professor Ansaldi durante la commissione sanità allargata tenutasi ad Albenga, potrebbe andare a Imperia.

Afferma il sindaco Riccardo Tomatis sul punto: “Sarebbe impensabile scegliere di spostare urologia a Imperia, intanto perché l’ospedale di Albenga ha sale operatorie modernissime e, purtroppo, sottoutilizzate, poi perché questa scelta sguarnirebbe completamente due distretti sociosanitari (albenganese e finalese) di un’attività chirurgica indispensabile. Il Dea di II livello di Santa Corona, in particolare, non potrebbe più contare sulla collaborazione e sinergia che avrebbe potuto creare attraverso quest’attività con l’ospedale di Albenga e, pertanto, vedrebbe a sua volta messa a rischio la sopravvivenza del DEA stesso. Mi rifiuto di credere che il disegno possa essere questo”.

“Sono certo che si porterà avanti l’accordo con l’Ospedale Galliera che metterà a disposizione del Santa Maria di Misericordia le professionalità necessarie a creare un reparto di eccellenza nell’ambito del progetto di contenimento delle fughe di pazienti – prosegue -. Avere un reparto di chirurgia legato all’urologia, infine, per Albenga sarebbe importante anche per il Pronto Soccorso che potrebbe contare di una specialità, alle sue spalle, di tale portata”.

“Senza nulla togliere ad Imperia che ha già un reparto funzionale ed efficiente di urologia, oggi siamo a ribadire, quindi, la necessità di mantenere la scelta che ci era stata illustrata, in modo da un lato di permettere alle due realtà (Santa Corona e Santa Maria di Misericordia) di collaborare in sinergia tra di loro e dall’altra di non sguarnire un territorio così ampio quale quello rappresentato dall’albenganese e dal pietrese di tale specialità”, conclude Tomatis.

Più informazioni
leggi anche
reparto ambulatorio
Retroscena
Urologia ad Albenga per recupero fughe: “Accordo con il Galliera o con l’ospedale di Imperia”
Incontro ospedale Albenga
Preoccupazione
Urologia ad Albenga, il sindaco Tomatis: “Spero si trovi soluzione, altro accanimento sul nostro ospedale”
Un nuovo angiografo per il Santa Corona
Presa di posizione
Urologia, il sindaco De Vincenzi: “Reparto da preservare e potenziare, esempio di integrazione Pietra-Albenga”
Ospedale Albenga
Criticità
Ospedale Albenga, Ciangherotti: “Comitato ossessionato da Toti, ma in Italia è crisi di medici nei Ps”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.